«Arrivare al ritiro è come prepararsi alla morte». Parola di Andre Agassi

«Arrivare al ritiro è come prepararsi alla morte». Parola di Andre Agassi

In un’intervista l’ex tennista americano ha analizzato il difficile momento dell’addio allo sport e quali possono essere le conseguenze sugli atleti professionisti.

46 anni e sentirne anche di più. Andre Agassi ammette che i 21 anni di circuito professionistico pesano eccome sul suo fisico: «A volte faccio fatica a mettermi le scarpe la mattina» ha dichiarato alla Cnn l’8 volte campione di uno Slam. «Non ci sono dubbi, il mio corpo è più vecchio della mia età».

RITIRO E POST – Nell’intervista realizzata durante il torneo di Umago, Agassi ha parlato del momento del ritiro e di quanto sia una fase delicata nella vita di un atleta professionista. «È come prepararsi alla morte. Nessuno sa cosa avrai voglia di fare né cosa succederà». Andre sottolinea come sia fondamentale trovarsi un’attività in grado di portare nuovi stimoli una volta smesso di giocare. Lui ad esempio si è messo a costruire scuole mentre la moglie Steffi Graf gestisce una fondazione che aiuta i bambini vittime di guerra e violenza.
Non per tutti però è così. Paul Gascoigne e Ian Thorpe, grandi sportivi del passato alle prese con problemi di abuso d’alcol e depressione, ne sono un esempio. La pensione dell’atleta, anche dopo una gloriosa carriera, non sempre è tutta rose e fiori.

IL SUO ADDIO – Agassi poi, è tornato sul momento in cui lui ha deciso di appendere la racchetta al chiodo, agli Us Open di 10 anni fa. «Il ritiro può essere anche un sollievo. Io ho raggiunto quello che volevo, avevo portato il mio corpo al limite». L’americano ha scritto nella sua autobiografia di aver odiato il tennis, vissuto come un’oscura passione, e di aver ritrovato l’amore verso questo sport solo verso i 30 anni.
«Non penso ci sia un momento giusto per ritirarsi ma credo che gli atleti passino buona parte della loro carriera senza preoccuparsi di cosa succederà dopo» ha concluso l’ex campione statunitense.

 

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fabrizio Scalzi - 5 mesi fa

    Agassi buffone!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Re Aslan - 5 mesi fa

    ….si alla morte con sessanta miliardi in tasca…andre non sai cosa dici ,meglio che tu stia zitto…sempre secondo me per intenderci…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy