Best Quotes Of The Week, Nadal: “Farò in modo che non mi arbitrerai più!”

Best Quotes Of The Week, Nadal: “Farò in modo che non mi arbitrerai più!”

Ecco la compilation settimanale di alcune tra le dichiarazioni più interessanti dei tennisti e delle tenniste, le Best Quotes Of The Week.

Ecco la compilation settimanale di alcune tra le dichiarazioni più interessanti dei tennisti e delle tenniste, le Best Quotes Of The Week. Dalla sconfitta di Rafael Nadal per mano di Fabio Fognini, passando per la vittoria di Simona Halep a Dubai, fino ad arrivare alla gioia di Donald Young.


NADAL IMBUFALITO

“Chiederò di non farmi più arbitrare da te”, queste le parole eloquenti che Rafael Nadal ha rivolto al giudice di sedia Bernardes, reo di aver chiamato una time-violation in un momento clou del match.


DONALD YOUNG TORNA A SORRIDERE

“E’ stata dura, un sacco di gente aveva grandi aspettative su di me, pensando che cominciassi a vincere. Non l’ho mai pensato. Non è realmente accaduto in questa maniera. Cosa ho imparato è continuare a competere e lavorare duro. Sento che il mio momento verrà”.


NALBANDIAN E’ IL MIGLIORE

Robin Haase, rispondendo ad un suo follower su Twitter, ammette: “Il tennista migliore di sempre? David Nalbandian”.


FABIO FOGNINI, AL SETTIMO CIELO
“Sono veramente contento per questo match”, ha detto Fabio in conferenza stampa. “Ho battuto il giocatore migliore su questa superficie. Rafa è sempre difficile da giocare. Dal secondo set ho giocato molto bene, ho provato a cambiare qualcosa per essere più positivo sul campo. Avevo preparato bene la partita, avevo chiara la tattica da usare. All”inizio lui ha giocato corto col dritto, io speravo giocasse traiettorie più alte. Perciò ho dovuto adattarmi. Ho provato a entrare sempre nello scambio, quando possibile. Lui ha avuto palle break all’inizio del terzo set, poi ha iniziato a servire meglio di prima. Questa vittoria è arrivata in un momento strano. I risultati dimostrano la fatica che ho fatto negli ultimi mesi del 2014, e anche all’Australian Open.”

Rio Open 2015 - Day 2

RICHARD GASQUET, ROSICARE IN MODO CRONICO Il francese Richard Gasquet ritorna sull’infortunio di Federer nella finale di Coppa Davis: “Non mi sono accorto, ma in ogni caso non ci sarebbe stato un punteggio così netto. Anche se avesse avuto l’infortunio, non è stato poi così grave. Ma con Federer può succedere di tutto”.


NADAL, E’ COLPA DELL’ATP
Non so se io abbia mai giocato fino a quest’ora in passato. Di certo non ne sono orgoglioso. La colpa non è dell’organizzazione del torneo, bensì dell’ATP. E’ incredibile. Se fosse stata una partita di Grand Slam, avrei avuto un giorno di riposo magari non recuperando al meglio, ma fra qualche ora dovrò rigiocare. E’ un errore incredibile commesso dall’ATP”.


ARANXTA SANCHEZ, AL VERDE
“Sono al verde”, afferma l’ex numero uno al mondo. “La Finanza e Lussemburgo mi hanno prestato soldi che non posso restituire. Avevo piena fiducia nei miei famigliari. Ora vivo con 1.500 euro al mese. Nella mia carriera sportiva non mi sono mai occupata io di questo”.


ANA IVANOVIC E LA PRESSIONE (PERENNE)
“Nel 2013, durante il torneo di Wimbledon, decisi di parlare con mio fratello e da quel momento ho cominciato ad affrontare il tennis in modo diverso. Fino a quel momento avevo vissuto il tennis come un lavoro mentre adesso lo vedo anche come un divertimento.”, ed aggiunge “Quando assumi un ‘supercoach’ spesso l’attenzione si sposta su di lui piuttosto che su un altro membro del tuo staff e questa cosa a me non piace. Voglio che tutti si sentano partecipi allo stesso modo.”

Ana-Ivanovic--2015-Australian-Open--22-662x441

FEDERER ED IL RIENTRO POST-MELBOURNE “Mi sento bene, conosco il campo bene, so cosa aspettarmi. Ho avuto due settimane di riposo dopo gli Australian Open, perciò mi sento fresco e posto per giocare. Mi piace davvero lo stadio di Dubai, qui ho giocato bene durante gli anni. Il torneo ha una grande atmosfera. Sono onorato di aver preso parte a questa celebrazione. Ho avuto momenti straordinari qui a Dubai nel corso della mia carriera, specialmente sulla helipad (con Agassi).”


MASHA E LA CONCEZIONE DI BELLEZZA
“Audrey Hepburn è la mia icona di stile, mi piacciono le bellezze classiche così delicate e fini. Per prima cosa lego i miei capelli in una coda di cavallo. Quando gioco non uso nessun tipo di trucco, non posso preoccuparmi dell’aspetto dei miei occhi, non posso avere distrazioni.”

AZARENKA

VICTORIA AZARENKA DELUSA DAL CIRCUITO FEMMINILE
In una lunga intervista al New York Times, Victoria Azarenka spiega i retroscena della sua separazione da Sam Sumyk. “Non dimenticherò mai quello che abbiamo ottenuto insieme”, afferma Azarenka, ora allenata da Wim Fissette. “Gli sarò sempre grata, ma sì, è stato un po’ sorprendente per me. E’ stato triste, nient’altro. Non ho rabbia dentro di me. La separazione non si è conclusa in un brutto modo. Successivamente ho scelto Fissette perchè è un allenatore pieno di personalità. Non bado ai titoli vinti con le altre giocatrici”.


SIMON TESSE LE LODI A BOLELLI

Simon, durante la conferenza stampa nel torneo di Marsiglia, elogia il tennista italiano: “Bolelli io non lo batto mai, mi chiedo sempre come faccia a non essere in top 20. Penso che giochi molto bene, si è spesso trovato fra la 100sima e la 200sima posizione nel ranking e sono contento che stia salendo. Anche quando ero in top 10 ricordo che perdevo 6-4 6-4 contro di lui.”

bolelli+epa

DAVID FERRER ED I PROBLEMI DI “CALORE”
Lo spagnolo, così come altri tennisti impegnati nel torneo di Rio De Janeiro, si lamenta per le condizioni climatiche non proprio ottimali. “Allenarsi di giorno è molto difficile. Fa troppo caldo e c’è un tasso d’umidità molto alto, maggiore rispetto a Melbourne. Giocare diventa molto complicato”.

ANDY MURRAY, LO SCOZZESE POLEMICO
Andy Murray esprime alcune sue opinioni sulla ormai lunga collaborazione tra Boris Becker e Novak Djokovic… in tono polemico! “Se devo essere sincero non vedo in Djokovic delle differenze da quando Boris lo allena. Non lo ha reso un giocatore migliore. Questo non vuol dire che Boris non lo abbia o non lo stia aiutando. I risultati li stanno ottenendo e questa è la cosa più importante.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy