Boris Becker sulla SABR di Federer: “La mia generazione lo avrebbe colpito direttamente con il servizio”

Boris Becker sulla SABR di Federer: “La mia generazione lo avrebbe colpito direttamente con il servizio”

Boris Becker continua a stuzzicare Roger Federer. Altra polemica da parte del coach di Djokovic che giudica irrispettosa la risposta anticipata dell’ elvetico dichiarando che ai suoi tempi i colleghi non lo avrebbero accettato.

Boris Becker continua a stuzzicare Roger Federer. Non ultime le dichiarazioni del coach di Novak Djokovic sulla “Sabr”, la risposta anticipata messa in atto negli ultimi match con ottimi risultati da parte della leggenda svizzera. Non tutti però hanno apprezzato l’ ultima trovata del tennista di Basilea, Becker in primis.

“La mia generazione lo avrebbe colpito direttamente con il servizio nel primo match. Se avesse giocato contro McEnroe, Lendl e Connors o anche me, gli avremmo detto: Roger, con tutta onestà, lo sai fare bene, ma ora vengo lí da te. Nella mia generazione, i ragazzi non lo avrebbero accettato come sta accadendo ora, questo é poco ma sicuro”. 

federer-us-open-2015-7660766956

Vedremo se arriverá la risposta di Federer, che piú volte ha confermato di aver avuto in Becker il suo idolo da bambino,  anche se l’ ex giocatore tedesco non perde mai occasione per tirare frecciatine al 17 volte campione Slam. Ma chi avrebbe immaginato che Roger a 34 anni si sarebbe inventato un nuovo colpo per approcciare a rete? Un colpo nato per caso in allenamento  a Cincinnati contro Paire come ha dichiarato lo stesso svizzero. Una nuova arma che a partire da Cincinnati sta avendo effetti piú che positivi. Perché non usarla allora? 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy