Circuito WTA: chi sarà la nuova regina dei campi in erba?

Circuito WTA: chi sarà la nuova regina dei campi in erba?

La stagione sull’erba è appena cominciata e le previsioni su una o più possibili vincitrici sono tanto obbligate quanto azzardate, data la nota imprevedibilità del circuito femminile. Ma ad un’attenta analisi, qualche nome più quotato di un altro salta sempre fuori.

di Giuliana Cau

La stagione sul verdeggiante tappeto erboso è appena iniziata e dopo il trionfo slam di Simona Halep la possibile dominatrice o vincitrice dei tornei in grass court non appare così semplice da individuare, data la notevole mobilità, labilità e imprevedibilità che la classifica femminile offre da quando Serena Williams è entrata in maternità pre e post partum. Di sicuro sappiamo che Marion Bartoli, la campionessa dell’edizione 2013 di Wimbledon, ha deciso di ritirarsi definitivamente dal circuito WTA, dati i numerosi problemi fisici che l’affliggono da un bel po’ di tempo. Resta ancora da capire se gli organizzatori dei Championships londinesi concederanno la testa di serie alla più giovane delle sorelle Williams e se, dopo il risentimento muscolare avvertito al Roland Garros, la pluricampionessa di Church Road si sentirà pronta e sicura per affrontare in modo competitivo il torneo inglese. La fresca vincitrice dei French Open e numero uno del mondo Simona Halep, storicamente non è mai stata grande amica dei campi in erba, seppure a Wimbledon vanti una semifinale, due quarti di finale e un titolo vinto a s’Hertogenbosch. La spagnola Garbiñe Muguruza, attuale detentrice del titolo, quest’anno ha manifestato una condizione fisico-tattica non ancora ottimale e sembra attualmente accusare una sorta di pressione che non le consente di esprimersi al massimo del suo potenziale. Quindi, al momento, pare improbabile che possa ripetere la grande impresa dello scorso anno, quando disputò due settimane da copertina e in finale annichilì, minuto dopo minuto, una rediviva Venus Williams. Maria Sharapova ha appena rinunciato al torneo di Birmingham e poco si può puntare sulle difensiviste Wozniacki e Kerber. Tra le possibili sorprese, che l’erba britannica potrebbe riservare, alcuni nomi sembrano spiccare più di altri, sebbene con le giovani pulzelle le previsioni risultino sempre notoriamente azzardate. Ma da impavidi scommettitori, pronti anche alle numerose critiche che gli appassionati lettori potrebbero riservarci in disaccordo con la nostra scelta, andiamo ad analizzare sei potenziali campionesse che, per caratteristiche di gioco e risultati ottenuti, potrebbero candidarsi a realizzare delle ottime prestazioni in questa parte di stagione, così breve ed entusiasmante allo stesso tempo, che culminerà con lo slam più antico e prestigioso che la storia del tennis annoveri.

[Karolina Pliskova]

Karolina Pliskova
Karolina Pliskova

Sebbene la tennista ceca non abbia mai brillato particolarmente nei tornei in erba, lo scorso anno si laureò campionessa a Eastbourne. Karolina, mai oltre il secondo turno a Wimbledon, possiede comunque un buon gioco per fare bene anche sui prati verdi, qualora trovasse ritmo e voglia di vincere. Lo schema servizio-dritto, che lei solitamente riesce a verticalizzare in modo possente, potrebbe rivelarsi senza dubbio la chiave vincente, per raggiungere soddisfazioni di non poco conto su questi campi.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Stefano Tomasella - 1 settimana fa

    La giorgi potrebbe fare la sorpresa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giuliana Cau - 1 settimana fa

      Sì. Se entri dentro l’articolo abbiamo esaminato 6 tenniste, tra cui Camila 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giuliana Cau - 1 settimana fa

      Sì. Se scorri il fotoracconto, dentro l’articolo, leggerai che abbiamo esaminato 6 tenniste, tra cui Camila 😉

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy