Ferrero: “Guadagni molto inferiori in passato, ora si vive di rendita”

Ferrero: “Guadagni molto inferiori in passato, ora si vive di rendita”

L’ex numero uno spagnolo ha parlato dell’argomento prize-money, considerandoli molto superiori rispetto al recente passato.

Molti si ricorderanno di Juan Carlos Ferrero, che ormai quattro anni fa appese la racchetta al chiodo, pur rimanendo nel mondo del tennis. Lo spagnolo, infatti, gestisce una delle accademie tennistiche più importanti al mondo, l”Equalite Ferrero’. Non solo per occupare il proprio tempo, dice, ma anche per guadagnarsi da vivere per il futuro, visto che da giocatore ha guadagnato “solo” $13 milioni in carriera in prize money, cifra molto bassa in confronto a quelle che girano ora.

QUESTIONE DI ZERI – “Se non hai niente da fare e stai con le mani in mano a casa è molto difficile, perchè ti si crea un vuoto enorme. Fortunatamente abbiamo dato vita a questo progetto già quando avevo 15 anni ed è proseguito molto bene. Ora abbiamo più accademie, una in Cina e forse ne apriremo una a Sao Paulo. Se sei Djokovic e vinci 100 milioni di euro puoi non lavorare per tutta la vita, ma ai miei tempi si guadagnava molto meno. Fortunatamente sono stato intelligente e vivo di questo.

POPOLARITÀ – Quando ero numero uno facevo tantissime interviste, ogni cosa che fai viene notata, qualunque gesto sia in positivo che negativo. La Coppa Davis vinta nel 2000 mi ha cambiato la vita. Ero un ragazzo di appena 20 anni che non conosceva nessuno. Dopo la vittoria sono stato quasi 2 settimane senza uscire di casa.”

L’ATP DI VALENCIA – Fino allo scorso ottobre, lo spagnolo era il direttore dell’ATP 500 di Valencia, torneo poi scomparso dal calendario ATP. L’esperienza è stata però positiva, per lui: “Per me non è stato un fallimento, bensì un successo. Aver avuto un torneo per così tanti anni è stato fantastico perchè è stato motivo di attrazione per molta gente. Che un evento del genere sparisca per motivi politici è stata una delusione enorme, fa male perderlo così.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy