Hewitt: “Kyrgios può diventare un top ten”

Hewitt: “Kyrgios può diventare un top ten”

Lleyton Hewitt, impegnato in Hopman Cup, prima di chiudere la sua carriera agli imminenti Australian Open, spende parole di elogio per il giovane connazionale Nick Kyrgios.

Commenta per primo!

Lleyton Hewitt si appresta a chiudere la sua gloriosa carriera, dopo 18 anni che l’ hanno visto anche raggiungere la vetta del ranking Atp; prima dell’ Australian Open, ultima esibizione davanti al suo pubblico, l’ ex numero uno del mondo, è impegnato nella Hopman Cup e ai microfoni dei giornalisti, ha parlato del suo amico Nick Kyrgios.

Il giovane talento, per molti un predestinato, recentemente divenuto celebre per le sue vicende da bad boy, piuttosto che per meriti tennistica,  ma Hewitt non ha dubbi: “Nick vale tranquillamente la top ten, ha già avuto modo di mettere in mostra tutto il suo talento, sul quale non ci sono dubbi, ora deve solo cercare di trovare il giusto equilibrio e la continuità che serve per fare il salto di qualità”.

Kyrgios

“Quando è in giornata ha dimostrato di poter competere anche con i migliori del mondo, e si esalta nei grandi palcoscenici, come la Davis e gli Slam; i prossimi tre o quattro anni saranno decisivi, e ci diranno se le impressioni su di lui erano giuste”.

 

Al contrario di altri, che hanno vissuto in maniera molto più “soft” Il loro finale di carriera, Hewitt si è allenato duramente per queste ultime apparizioni: “In campo voglio essere al meglio, per poter dare il 100%, sempre”.

Dopo la sconfitta iniziale in tre set contro il ceco Vesely, il due volte vincitore di Slam, è chiamato al riscatto contro l’ americano Sock, e l’ ucraino Dolgopolov, per cercare di avanzare in una competizione in cui l’ Australia non riesce a imporsi dal lontano 1999, quando la coppia Philippoussis-Dokic riuscì a trionfare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy