Sergio Giorgi: “L’importante è che mia figlia sia serena. Nazionale? Star lontani è un fatto positivo”

Sergio Giorgi: “L’importante è che mia figlia sia serena. Nazionale? Star lontani è un fatto positivo”

Le parole di Sergio Giorgi al Messaggero: “Senza un soldo ho portato Camila al trentesimo posto in classifica”.

23 commenti

Non posso parlare, ormai siamo arrivati a un punto in cui ci sono gli avvocati di mezzo“. E’ questo il primo passaggio dell’intervista che Sergio Giorgi, papà di Camila, ha rilasciato ai colleghi del “Il Messaggero” rispondendo al coordinatore azzurro Sergio Palmieri che lo ha definito un “problema” per sua figlia.

Noi abbiamo una posizione, loro un’altra. Forse è colpa di tutti e due o forse di nessuno – ha continuato -. Olimpiadi? Io ho perso una figlia: saltare le Olimpiadi o pagare trecentomila euro di multa per me sono solo cavolate. L’importante è che Camila sia serena. Non c’entrano ranking e soldi. Centrano i figli. E io faccio tutto ciò che mi è possibile perché Camila stia bene“.

E sul rifiuto della convocazione, si espresso così: “Camila ormai ha 24 anni, io ascolto quello che vuole fare e poi ne discutiamo insieme. Parlare di questo caso dall’esterno è molto facile. Ma è molto facile anche per me: io faccio solo ciò che è meglio per lei. Se vuole giocare i tornei e fare punti per il ranking giochiamo. Se vuole fare altro, facciamo altro. Palmieri? Mi sembra strano che Palmieri dica una cosa del genere. Se lui conosce cosi bene i migliori metodi di allenamento, se hanno Barazzutti in casa che dicono sia un fenomeno, com’è che non emerge più nessun talento? Io ho portato senza un soldo una ragazzina al numero trenta del mondo con un livello di gioco altissimo e con un potenziale che purtroppo è ancora in parte inespresso per colpa di problemi extra-campo. Loro quanti maestri hanno? Mille? Duemila? Allora come mai Burnett, Caregaro e compagnia non emergono? Poi magari Palmieri ha ragione e adesso vengono fuori dieci top ten italiane… Mi tiro fuori dai giochetti, “chi allena meglio, chi allena peggio”.

Infine, ecco le sue parole finali: “Il tennis è uno sport individuale, i tornei a squadre lasciano il tempo che trovano. Che esperienza può arrivare dalla Fed Cup? Stare lontani dalla federazione per me è un fatto positivo. Per questo sono molto rilassato, anzi, direi che sono proprio contento. Di come finirà questa vicenda sinceramente non mi interessa proprio. Che possono fare? Ammazzarmi, tagliarmi una gamba? Non credo“.

23 commenti

23 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. NdA 1964 - 12 mesi fa

    È difficile commentare senza conoscere i fatti nel dettaglio, certo loro hanno subito una tragedia familiare tremenda, però hanno troppi problemi nel relazionarsi con tutto il circuito, certo quando parla di soldi dovrebbe essere più prudente visto i problemi anche legali che hanno avuto in proposito. Le potenzialità di Camila sono indiscutibili, ma difficilmente verranno mai espresse magari farà il Boom dopo intorno ai trent’anni come Francesca, Flavia e Roberta…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Rafa Mbt - 12 mesi fa

    Ora dalla trenta alla decima !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Rafa Mbt - 12 mesi fa

    Bravissimo !!! Tutti bravi sono a parlare !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giuseppe Seppone - 12 mesi fa

    Mica solo Lui

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mauro Assiemi - 12 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Peppe Arnone - 12 mesi fa

    giorgi ha un buon rapporto solo con i soldi. è un cane senza padrone. camy vittima predestinata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Fabrizio Ettore Boglione - 12 mesi fa

    Direi che ora l’unica cosa giusta che si potrebbe fare e non parlarne più e stare a vedere quello che tira fuori dal cilindro. Del resto se non si riesce a togliere suo padre (ammesso che realmente lo voglia!!) saranno poi conseguenze sue… Belle o brutte che siano. !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Alessandro Ingaramo - 12 mesi fa

    Se tua figlia fosse Serena….l’avresti portata con facilità al numero uno al Mondo!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Lorenzo Rizzi - 12 mesi fa

    Sergio Giorgi sei un esempio! Congratulazioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Eugenia Favaloro - 12 mesi fa

    Non sembra assolutamente una ragazza serena non vedo questo gioco altissimo né miglioramenti. A 24anni si prendono decisioni personali non per accontentare il padre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Valter Bruni - 12 mesi fa

    Una figa di legno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Luca Peroni - 12 mesi fa

    Specifica, con i soldi rubati a tanti…dovrebbero sparire entrambi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Francesco Martinelli - 12 mesi fa

    Le piacerebbe essere “Serena”..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Alessio Ciccarese - 12 mesi fa

    Senza soldi portata al numero 30. E con un talento da top 5 nemmeno sei riuscito a farla avvicinare alla top 20.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Mary Bussu Lussy - 12 mesi fa

    io penso che non si debba mai giudicare una cosa senza sapere realmente cos’è successo.. se ha preso questa decisione avrà i suoi motivi.. magari ora che si è allontanata dalla nazionale ritrova se stessa e inizia a vincere.. che ne sappiamo? certo, poter vestire la maglia della nazionale dovrebbe essere un fatto positivo.. ma non siamo tutti uguali..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Enrico Carrossino - 12 mesi fa

    Vorrebbe, ma non ha il suo servizio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Flavio Castignani - 12 mesi fa

    Speriamo che tutti e due spariscano dal tennis….sono insopportabili

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Matteo Sabino - 12 mesi fa

      Esagerato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Ivana Moresco - 12 mesi fa

    L’ingratitudine allo stato puro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Dario Ciuciulla - 12 mesi fa

    Grazie….quelli che spendeva erano della federazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Claudio Salvini - 12 mesi fa

    finita!
    mai vista una venticinquenne più finita della Giorgi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Gianluigi Danieli - 12 mesi fa

    il mio maestro di tennis mi ripeteva: tre doti sono necessarie ed indispensabili nel tennis: umiltà, umiltà ed umiltà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessio Ciccarese - 12 mesi fa

      mamma mia, la critica palese a barazutti è vergognosa..

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy