Kyrgios e Wawrinka, dal grande freddo ad una nuova amicizia

Kyrgios e Wawrinka, dal grande freddo ad una nuova amicizia

La grande performance di Nick Kyrgios nella rassegna IPTL lo ha sicuramente rafforzato in vista della prossima stagione, sopratutto dal punto di vista umano: le lodi per Murray, una nuova amicizia con Wawrinka e la consapevolezza di poter vivere una stagione da grande del tennis maschile

E dopo la tempesta arrivò il sereno. Galeotto fu l’impegno nella IPTL, evento a squadra di fine stagione che coinvolge molti giocatori top del circuito, per far si che Nick Kyrgios ritrovasse la serenità e risolvesse una volta per tutte la “questione Wawrinka”, che negli scorsi mesi gli è valsa un rischio squalifica ancora in corso e molte tensioni all’interno del circuito ATP.

 

Nel corso dell’esperienza con i suoi Slammers – che alla fine hanno anche portato a casa il successo finale – c’è stata occasione di conoscere meglio i vari componenti dell’IPTL, tra cui Andy Murray e proprio Stan Wawrinka, con il quale Kyrgios avrebbe avuto finalmente la possibilità di parlare chiarendo la spiacevole situazione che si era venuta a creare in quel di Montreal:”Quella all’IPTL è stata un’esperienza fantastica, visto che mi sono innamorato dell’evento, del pubblico e di ogni altra cosa. La vittoria è stata la ciliegina sulla torta e sono molto fiero dei miei Slammers. Avere Murray intorno, anche solo per un paio di giorni, è stato fantastico, e per concludere tutto nel modo migliore, posso dire che sono davvero al settimo cielo per aver chiarito tutto con Stan (Wawrinka, ndr), così ora ci potremo lasciare questa brutta storia alle spalle. Sono state tre settimane che mi hanno regalato amicizie che potranno durare tutta una vita”.
NK-SW-High5

 

La sua sentita riflessione sulla stagione appena conclusa ha evidenziato anche la sua voglia di confermarsi nel 2016, cercando di migliorare sotto l’aspetto tecnico e tattico, oltre al mantenere la forma fisica durante tutto l’arco della stagione ad un livello tale da permettergli la rincorsa ai top players.

 

Il 2016 è ormai alle porte, e la rincorsa dell’australiano alla vetta mondiale ricomincerà proprio dai tornei di casa, con l’importante impegno di Melbourne che lo chiamerà a confermare se non migliorare l’impegno dello scorso anno, e se per le verifiche del caso ci saranno da attendere solo poche settimane, sembra che per il crack del tennis aussie la stagione non sarebbe potuta iniziare in modo migliore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy