L’evoluzione del tennis canadese: da Raonic a Shapovalov

L’evoluzione del tennis canadese: da Raonic a Shapovalov

Il torneo di Wimbledon ha confermato gli eccellenti progressi compiuti dai canadesi nell’ultimo periodo. Il risultato più rilevante è stato di certo la finale raggiunta da Milos Raonic in questa edizione di Wimbledon, sconfitto poi da Andy Murray. Non va dimenticato però il successo a livello juniores del canadese classe 1999 Denis Shapovalov, il quale successivamente ha centrato anche la finale di doppio con il connazionale Felix Auger Aliassime.

Commenta per primo!

Da qualche anno a questa parte i canadesi stanno iniziando ad entrare nell’élite del tennis mondiale, basti pensare ai risultati ottenuti nei major durante gli ultimi 3 anni. Il Canada può vantare ben due tennisti capaci di raggiungere una finale slam: Eugenie Bouchard, a Wimbledon nel 2014, e Milos Raonic, sempre a Londra, quest’anno. A livello juniores non possono di certo lamentarsi poiché nel 2016 Felix Auger Aliassime ha raggiunto la finale al Roland Garros, mentre Denis Shapovalov ha conquistato il titolo juniores in questa edizione di Wimbledon. Inoltre i due hanno raggiunto sempre nella stessa categoria la finale di doppio ai Championships.

TENNIS MASCHILE –  Sono solo 2 i tennisti presenti in top 100, uno dei quali, Pospisil, in un pessimo momento di forma, come testimoniano le varie eliminazioni al primo turno. In passato però si è tolto tanto soddisfazioni come il quarto di finale raggiunto nella scorsa edizione di Wimbledon, o come la vittoria in doppio con Jack Sock nel 2014 sempre nel medesimo torneo. In carriera vanta solo una finale ATP, a Washington, sconfitto proprio dal connazionale Milos Raonic. Nonostante la sua mediocre posizione da numero 99 al mondo, in passato ha raggiunto un discreto best ranking, arrivando ad essere numero 25 al mondo. Il gigante di Podgorica, invece, non ha bisogno di tante presentazioni: tennista ormai affermato da un paio di anni che sta cercando la consacrazione in questo 2016. Lo testimoniano la semifinale raggiunta a Melbourne e la finale di pochi giorni fa a Londra. Il titolo più prestigioso fino a questo momento rimane quello di Washington del 2014, e oltre alla finale ai Championships, ne vanta altre 3 nei Master 1000.

TENNIS FEMMINILE – L’unica canadese tra le prime 100 al mondo è Eugenie Bouchard, classificata al numero 40 del mondo. Dopo un 2014 da incorniciare, coronato con la finale ai Championships e le due semifinali raggiunte a Melbourne ed a Parigi, la giovane tennista di Montrèal ha disputato una stagione da dimenticare nel 2015: unico acuto rimane il quarto di finale raggiunto agli Australian Open, per il resto solo una valanga di eliminazioni all’esordio. Il 2016 comincia sicuramente meglio di come aveva finito l’annata precedente: subito due finali ad Hobart e Kuala Lumpur, perse entrambe, rispettivamente contro Alizè Cornet ed Elina Svitolina. Durante la stagione su terra rossa ottiene delle convincenti vittorie contro Jelena Jankovic, ma sopratutto contro la numero 2 al mondo Angelique Kerber, entrambe sui campi del Foro Italico. A Wimbledon si spinge fino al terzo turno, dove viene eliminata dalla slovacca Dominika Cibulkova, in due agevoli set. In carriera ha conquistato solo un titolo, a Norimberga nel 2014, battendo in tre set la ceca Karolina Pliskova. Altra importante finale raggiunta è stata nel Premier 5 di Wuhan, ma stavolta è stata sconfitta facilmente da Petra Kvitova.

shapovalov

FUTURE SPERANZE – Il futuro è roseo per il Canada, almeno dal punto di vista del maschile. Due dei giovani più promettenti sono di certo Felix Auger Aliassime, classe 2000 e classificato al numero 595. È diventato il più giovane tennista a conquistare punti ATP, record ottenuto grazie allo straordinario quarto di finale raggiunti nel luglio del 2015 a Granby, strappando anche un set al talentuoso giapponese Yoshihito Nishioka. A fine anno ha conquistato anche la Coppa Davis juniores, la prima in assoluto per il Canada. In questo 2016 ha raggiunto la sua prima finale ITF, perdendola contro Ramkumar Ramanathan. A livello di under 18 ha conquistato il titolo di doppio degli Us Open in coppia con Denis Shapovalov e sempre con il medesimo partner ha raggiunto la finale a Wimbledon. In singolo invece vanta la finale agli Open di Francia. Altra giovane speranza canadese è appunto il già citato Denis Shapovalov, classe 2000 ed originario di Tel Aviv. In carriera ha già conquistato 3 titoli ITF, tutti in questo 2016, ma il torneo che l’ha fatto conoscere al grande pubblico è stato di certo quello di Drummondville, nel quale ha battuto per la prima volta in carriera un Top 100 ed ha centrato anche la semifinale. A livello juniores ha conquistato quest’anno il titolo a Church Road, battendo in finale l’australiano Alex De Minaur.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy