Lo strano mondo di Stan Wawrinka

Lo strano mondo di Stan Wawrinka

Il nuovo campione del Roland Garros si appresta ad affrontare la sfida sull’erba, disputando il torneo del Queen’s, in preparazione di Wimbledon. Durante la conferenza stampa pre-torneo, come riporta il quotidiano “Telegraph”, Stan ha parlato di come la sua vita sia cambiata dopo la vittoria di Melbourne, dei pantaloncini che tante critiche hanno sollevato, e infine del suo avversario di primo turno, l’ostico Nick Kyrgios.
n_058aba3a3be61f7c55b02c6155aee567
È uno strano mondo. Dopo Melbourne ogni cosa mi era nuova. Era il mio primo Grande Slam e non sapevo cosa sarebbe accaduto successivamente. Tutti mi dicevano che sarebbe stata una vita diversa. Ma questa volta ho dato tutto quello che avevo per battere Roger( Federer), poi Tsonga in semifinale e soprattutto la grande sfida in finale sconfiggendo Nole, che era il grande favorito. Forse ero più stanco alla fine del Roland Garros piuttosto che dopo gli Australian Open” ha sottolineato il tennista di Losanna.
Stan ammette di aver festeggiato solo la domenica sera a Parigi, prima di tornare a casa per trascorrere del tempo insieme alla figlia. ” Dopo aver fatto molti incontri con la stampa, sono tornato a casa martedì. Ho passato del tempo con la mia famiglia, con mia figlia. Ero molto stanco. Si avverte sempre una sensazione di alti e bassi dopo tutti questi avvenimenti.Tante emozioni”.

Una delle storie più stravaganti del Roland Garros riguarda i pantaloncini di Stan Wawrinka, di cui si era iniziato a parlare già dal torneo di Montecarlo, quando li indossò per la prima volta.Tutti ricorderanno che dopo aver sconfitto Nole a Parigi, lo svizzero entrò in conferenza stampa con i famosi pantaloncini, somiglianti ad un pigiama, e li mise vicino al microfono di fronte a lui. Ora come da tradizione i pantaloncini sono esposti nel museo dello Slam parigino a fianco al vestitino indossato da Serena Williams.
CG6sJQhWQAA0jts
È una storia divertente, perchè ora sono tutti esauriti nonostante non piacciano a nessuno. Ora sono stati ritirati. Hanno vinto il French Open, per cui non li indosserò più” ha affermato il tennista di Losanna che non ha ancora deciso quale outfit indossare per il match di primo turno contro Kyrgios. Esordio non facile per lo svizzero che riconosce che “l’erba è la superficie più difficile per me”. “La settimana di pausa in più tra Roland Garros e Wimbledon ha aiutato di certo Wawrinka, vista la differenza di gioco sulle due superfici: ” Per me è stato grandioso. Significa avere un pò di relax, poter giocare un torneo e poi avere due settimane per prendere confidenza con il prato. Ho bisogno di qualche cambiamento nel mio gioco”.
Ad attendere il due volte vincitore Slam come detto ci sarà Nick Kyrgios, che avendo perso nella prima settimana di Parigi, ha avuto il tempo per adattarsi alla superficie, allenandosi con il connazionale Kokkinakis. ” È un primo turno davvero complicato. Una grande sfida. Lui ama giocare sull’erba, è gia preparato. Giocò davvero bene lo scorso anno e per di più ama i big match”. La cosa certa è che Kyrgios darà certamente il massimo, esaltandosi contro i più forti del mondo. Chi non ricorda l’ottavo contro Nadal?
Stan Wawrinka
Anche se l’incognita maggiore riguarda proprio il rendimento dello svizzero e il prezzo da pagare dopo la vittoria al Roland Garros. All’indomani dell’Australian Open Wawrinka, con tutti i riflettori puntati su di se, ebbe un ritorno sulla terra davvero brusco, con sorprendenti uscite di scena nei tornei successivi. Questa volta, vista la maggiore esperienza, riuscirà Stan a presentarsi come uno dei contendenti per la conquista del torneo di Wimbledon?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy