Maria’s make up: I trucchi di bellezza di Maria Sharapova

Maria’s make up: I trucchi di bellezza di Maria Sharapova

Maria Sharapova ha dispensato consigli per le tenniste, e non solo, su come utilizzare prodotti di benessere per mantenersi bell’e dentro e fuori dal campo.

Essere una campionessa di tennis comporta un grande impegno, sessioni intensive di allenamento, coaching mentale, alimentazione controllata e chi più ne ha più ne metta. Le partite non si vincono barando e, nonostante il talento , niente è lasciato alla casualità.

Se si parla di Maria Sharapova, però, ci accorgiamo che, anche per quanto riguarda la sua indubbia bellezza niente è trascurato o casuale. La bella Maria ci parla infatti di make up, benessere, prodotti per proteggere la sua serica bianca pelle.
Essere tennista nel suo caso non fa a pugni con l’essere donna ma su questo in effetti già prima non avevamo alcun dubbio.
Vediamo quindi come fa una campionessa a tenersi in forma fuori dal campo.

MAKE UP & HAIR
Nessun uso di trucco in campo. Non posso rischiare che mi vada negli occhi. Faccio una coda di cavallo, e metto qualche mollettina per i ciuffi ribelli e un po’ di lacca Elnett dell’Oreal. Se ce la faccio, metto uno smalto alle unghie dai toni neutri. Quando non gioco,invece mi piace avere il viso leggermente abbronzato, alla sera mi diverto con un gloss sul fucsia, una matita per sopracciglia dell’Avon, correttore- importante!-e ovviamente il mascara.

I capelli sono sempre sotto controllo poiché quando mi alleno sudo. Uso i prodotti detergenti dell’Oribe che trovo ottimi.
I miei parrucchieri sono Adir Abergel per il taglio e Tracey Cunningham per i colpi di sole.

PER IL CORPO

Siccome passo ore ed ore sotto il sole ad allenarmi, a volte compaiono sulla mia pelle delle macchie scure. Devo quindi ricorrere a delle microdemoabrasioni per schiarirle.
Ci sono poi prodotti che considero dei veri e propri miracoli per la pelle. Uno di questi è un detergente doccia a base di riso e aminoacidi della Lancer che è delicatissimo e apporta idratazione e nutrimento alla pelle a livello cellulare, a volte abbino un body wash della Labo come scrub per i punti rugosi, come gomiti e talloni, dopodiché uso un buonissimo siero al retinolo che si chiama Dayle Breaulth con fattore di protezione che ripara tutti i danni causati dal sole e resiste al calore sul campo.

image

DIETA

Il mio umore subisce molto quello di cui mi nutro, per questo ho una certa precisione e indulgenza col cibo. A colazione mangio una fetta tostata di segale con formaggio di capra, un po’ di prosciutto e frutta. A pranzo una zuppa, secondo la tradizione russa e poi mi piace l’insalata, possibilmente di pomodori con petto di pollo. A metà pomeriggio bevo un estratto di frutta per un pieno di vitamine e a cena pesce, riso e verdura. Poi mi concedo un dolcetto con le mie Sugarpova. Solo in vacanza, sul tardi la sera, mi permetto una Sangria.

SALUTE E ATTIVITA’ FISICA

Mi alleno cinque-sei volte alla settimana per 6 ore al giorno con Yutaka Nakamura, uno dei miei coach. Giocare a tennis da professionista richiede molta dedizione. Se ti fermi per più di tre giorni perdi subito il tono muscolare
Gli esercizi di routine sono lo stretching, un riscaldamento con corsetta sulla spiaggia, due ore di tennis e poi pilates e bicicletta sulle colline o sulle dune di sabbia.

image

PER RIENERGIZZARSI

Sono necessari dei massaggi mirati per gli sportivi ogni settimana e bagni coi sali caldi e freddi per rilassare i muscoli affaticati. Io aggiungo ai miei bagni del sale inglese, ricco di magnesio e degli oli essenziali alla lavanda

Per l’allenamento infine ciò che è essenziale sono la mia racchetta della Head, le mie Nike e un reggiseno per lo sport.
Questo è tutto. E scusate se è poco.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy