Marion Bartoli, una nuova gioielliera

Marion Bartoli, una nuova gioielliera

Marion Bartoli, a oltre due anni dal ritiro, si dà all’imprenditoria, e lo fa lanciando una nuova linea di gioielli, dedicata a tutte le donne che cercano quel qualcosa in più.

Dal ritiro di Marion Bartoli dal mondo del tennis professionistico sono passati oltre due anni e ora nella sua nuova vita si proietta in contesti imprenditoriali. Del resto la francese ha sempre avuto la passione per i gioielli, e ora ciò è diventato il suo business, avendo già lanciato sul mercato la nuova collezione.

“Ho sempre disegnato e creato”, dice Bartoli alla WTA. “A dire il vero, ho iniziato a fare qualche piccolo braccialetto di perle per mia madre ancor prima di prendere in mano una racchetta da tennis”. Bartoli è ora una studentessa a tempo pieno presso il Centrale di Saint Martins, una prestigiosa scuola di arte e design di Londra, con rinomati designer come John Galliano, Stella McCartney, Alexander McQueen, Sarah Burton Zac Posen tra i suoi migliori allievi.

L’ex tennista ha studiato per un anno per sostenere le prove di ammissione, che sono andate alla perfezione. “Ero molto nervosa, sentivo che stavo giocando una finale di Wimbledon di nuovo”, ha detto a prorposito delle prove. “Ma le ho superate con successo, e ora mi sento bene a fare tutto questo.”

La sua prima collezione, chiamata Marion Bartoli per MATY, ha due linee composte da 65 pezzi, e la francese è stato coinvolta in tutti gli aspetti del processo creativo. “Ho disegnato io stessa ciascuno dei pezzi. Ero presente durante tutto il processo, dall’inizio alla fine. Dal disegno originale, la scelta del materiale, il colore della pietra, il prezzo finale … Assolutamente tutto “.

I bracciali contengono scritte come “amore”, “coraggio” e “forza”. Per Bartoli, che come giocatrice cercava una spinta in più dai suoi portafortuna, ammette che «i gioielli da sempre sono stati legati alle mie sensazioni in campo”. “Giocavo sempre con un braccialetto, un portafortuna o  uno dei miei anelli e sentivo che mi davano la forza, il coraggio o anche un po’ fortuna in più”.

L’ex tennista cercherà di trasmettere attraverso i gioielli questo messaggio a tutte le donne. “Le atlete, ma non solo, hanno bisogno di un po’ di sostegno per portare qualcosa in più. Spero che i miei gioielli possano darlo a queste donne. “

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy