Numero 1 del mondo a 89 anni: la storia incredibile di Angelo Sala

Numero 1 del mondo a 89 anni: la storia incredibile di Angelo Sala

Lo sport a volte ci riserva delle storie che sembrano far parte di un romanzo o di un film. Storie che ti strappano un sorriso e che ti fanno capire come qualsiasi obiettivo, con la giusta passione e determinazione, possa essere raggiunto. Storie come quella di Angelo Sala, 89enne di Brescia, che nel 2011 è diventato il numero 1 del circuito Super-Senior, quello rivolto ai giocatori tra i 65 e gli 85 anni, e da allora non ha mai mollato il vertice della classifica, riuscendo a sconfiggere tanti uomini più giovani di lui.

Angelo non può permettersi di viaggiare in aereo, per cui va in giro per l’Europa in automobile per difendere il suo titolo. E così, nel corso di questi ultimi 5 anni ha raggiunto l’Austria, la Turchia e diversi altri paesi per disputare i tornei riservati alla sua categoria. E proprio in questi giorni, Angelo si trovava a Umag, in Croazia, dove ha vinto per la terza volta gli ITF Super-Seniors World Individual Championships. Roba incredibile, a pensarci. Ancor più assurda se si guarda al suo passato.

angelo

Un proverbio inglese dice “you can’t teach an old dog new tricks” (non puoi insegnare nuovi trucchi a un vecchio cane), ma pare che questo non si addica per nulla al nostro Angelo. Al contrario di ciò che si possa pensare, Sala ha preso una racchetta in mano per la prima volta all’età di 75 anni, dopo aver dedicato 20 anni della sua vita al calcio. All’epoca, Angelo allenava una squadra di calcio in un club di Brescia che disponeva anche di campi da tennis. Un giorno c’era bisogno di una persona per giocare un doppio e fu chiamato proprio lui. Da allora, Angelo Sala non avrebbe più mollato la racchetta e il tennis sarebbe diventato la sua principale passione.

sala_tennisHa cominciato, così, ad allenarsi tutti i giorni dalle 12 alle 14 con una macchina spara palle e ha girato l’Italia con la sua vettura in cerca di un club che lo accogliesse. Impresa ardua vista la sua età non certo verde. Tuttavia, Angelo non si è arreso e ha continuato ad allenarsi, migliorando il suo livello di gioco. Finché un giorno la sua storia arrivò alle orecchie del vicepresidente del club in cui Sala allenava, che rimase impressionato per come Angelo maneggiava la racchetta e gli suggerì di iscriversi al circuito Super-Senior. Consiglio seguito e dopo neanche 5 anni Sala si è ritrovato già nella top ten del circuito. Cinque anni più tardi, nel 2011, diventa campione della categoria. Un titolo conquistato ancora nel 2014 e nel 2015 che lo ha reso campione indiscusso dagli 85 anni in su.

“Mi piace il tennis perché posso mantenermi in forma nonostante i miei 89 anni”, dice Angelo. Il tennis per lui è un modo per divertirsi, per socializzare con le altre persone della sua età. “Se vinco, vinco. Se perdo, perdo. Comunque vada, sono felice”, dice.

sala-2L’anno prossimo, a 90 anni, sarà difficile mantenere il titolo di migliore al mondo. Ma Angelo è sempre in cerca di nuove sfide. L’unico Paese in cui vi è un circuito rivolto ai 90enni sono gli Stati Uniti, ma Angelo, fin là, con la sua automobile non può arrivare. È arrivato il momento di prendere l’aereo. “Se avrò il denaro sufficiente – dice – ci andrò”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy