Paolo Lorenzi: “Vorrei scendere sotto i 30. I giovani azzurri? Aspettiamoci delle sorprese”

Paolo Lorenzi: “Vorrei scendere sotto i 30. I giovani azzurri? Aspettiamoci delle sorprese”

Paolo Lorenzi, intervistato dal settimanale Sportweek, dichiara di voler migliorare ancora e fissa come obiettivo l’ingresso per la prima volta in carriera tra i primi 30 giocatori del mondo. Sui giovani connazionali: “Posso dire che ci saranno delle belle sorprese”.

Il 2016 è stato per Paolo Lorenzi a dir poco grandioso. A 34 anni il senese ha vissuto la stagione migliore della carriera grazie al primo titolo Atp arrivato a Kitzbühel, all’ingresso nei primi 40 ma anche alla partecipazione alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Lorenzi nonostante l’età punta ancora a migliorare come ha dichiarato in un’intervista al settimanale della Gazzetta dello Sport “Sport Week”.

“Quattro anni fa rimasi fuori dalle Olimpiadi di Londra per poche posizioni. Quando dissi che il mio obiettivo sarebbe stato Rio mi risposero ‘sarai troppo vecchio’. Ora mi piacerebbe scendere sotto i 30. La testa? Credo sia fondamentale (…)”.

“I giovani azzurri? Aspettiamoci sorprese”– Parlando della situazione del tennis italiano Lorenzi non nasconde il fatto che il calo di Seppi, Fognini e Bolelli un po’ lo abbia aiutato e dichiara che dai giovani dobbiamo aspettarci delle sorprese. “Ho fatto una stagione favolosa, ma è vero anche che i miei progressi  sono stati paralleli ad un passo indietro degli altri. Per quanto riguarda i più giovani posso affermare che ci saranno delle belle sorprese. Sarei stupito se Quinzi, Gaio, Napolitano, e Donati non riuscissero a scrivere il proprio nome tra i primi 100 della classifica.

Fonte: TennisWorldItalia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy