Sampras: il titolo di Goat conteso fra Nole e Roger

Sampras: il titolo di Goat conteso fra Nole e Roger

Sampras in un’intervista alla CNN parla dell’inarrestabilità di Djokovic che, con ancora parecchi anni davanti, potrebbe superare anche i suoi 17 Majors, ma anche di Federer, che trova persino migliorato con gli anni, tanto da essere ancora oggi il più temibile antagonista Slam

L’ex n°1 del mondo e 14 volte vincitore Slam Pete Sampras dice di essere in dubbio se  il titolo di miglior giocatore di tutti i tempi (goat) andrà  allo svizzero Roger Federer o al serbo Novak Djokovic.

Sampras che è l’ originario detentore del titolo, prevede una durissima gara testa a testa fra Federer e Djokovic ,anche se deve ammettere che Nole abbia al momento riscritto la storia.

“Battere Roger agli Us Open e a Wimbledon – dice Sampras in un’intervista alla CNN- Nole è veramente uno dei più grandi di tutti i tempi. Ha vinto 11 Majors e ha solo 28 anni, se andrà avanti così nei prossimi 3-4 anni potrebbe anche passarmi e vincerne 16-17”

Sampras ha detto anche di essere colpito dal modo in cui il 34enne Federer giochi ancora alla fine della sua carriera aggiungendo che probabilmente lo svizzero oggi è anche meglio degli Slam che ha vinto e dei molti record negli anni.

Parlando di leggende del tennis chi non poteva mancare è Rafa Nadal, e nonostante il buio periodo di qualche mese fa Sampras dice di avere molta fiducia nella sua capacità di riprendersi e tornare a dominare nel tour.

Sampras non trova nessun particolare problema nel gioco di Nadal, pensa che Rafa debba solo riconquistare il killer instinct e l’aggressività per tornare alla vecchia dominante forma.

“Gioca corto-dice- è poco aggressivo, sembra subire la tensione, è nervoso. Quando poi perde sulla terra rimango scioccato. Non è finita per lui. E’ troppo bravo, e vince troppo”

Il 28enne Djokovic ha vinto 11 degli ultimi 21 Slam ed è stato sulla cima del mondo per la maggior parte degli ultimi 5 anni.

Federer nel frattempo ha raggiunto la finale a Wimbledon e agli US Open e continua ad essere un antagonista Slam in ogni torneo. Ha subito un momento di stop a causa dell’infortunio al menisco due mesi fa, ma le foto che lo ritraggono in allenamento suggeriscono che è pronto a rientrare per  il resto della stagione.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy