Radwanska: “Nel tennis femminile ora c’è molto più equilibrio, ogni partita è difficile”

Radwanska: “Nel tennis femminile ora c’è molto più equilibrio, ogni partita è difficile”

“Ora invece ogni partita è complicata e anche le giocatrici che sono 50, 60 o n.70 del mondo, giocano molto bene ed è questa la maggiore differenza rispetto a prima”.

Dopo la sua vittoria ai quarti di finale contro Carla Suarez Navarro, vinti con un netto 6-1 6-3, ha parlato del cambiamento del circuito femminile rispetto agli anni passati, con particolare riferimenti alla progressiva equiparazione del livello di gioco delle giocatrici nella top-100.

“Fino a qualche anno fa”, ha dichiarato la tennista di Cracovia, che domani disputerà la finale contro Serena Williams, “le tenniste con il ranking migliore avevano ai primi turni partite semplici. Ora invece ogni partita è complicata e anche le giocatrici che sono 50, 60 o n.70 del mondo, giocano molto bene ed è questa la maggiore differenza rispetto a prima. C’è pochissima differenza tra tutte le giocatrici ormai”.

In effetti la polacca, best-ranking al n. 2 del mondo, ha messo in luce una condizione evidente agli occhi di tutti gli appassionati. Se fino a qualche anno fa era molto grande il divario tra le “campionissime” e le “gregarie”, questo gap si è di molto ridotto. Negli ultimi anni non fanno quasi più sorpresa gli exploit nei tornei molto importanti come gli Slam di giocatrici di secondo livello. Basti pensare al quarto di finale degli Australian Open 2016 tra la cinese Shuai Zhang e Johanna Konta, vinto da quest’ultima.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy