Serena e Venus Williams nei file della Wada si giustificano

Serena e Venus Williams nei file della Wada si giustificano

“Assumiamo farmaci per motivi di salute” Questa è la spiegazione delle sorelle Williams, confermata anche dal direttore dell’Usada, agenzia anti-doping Usa. La questione comunque va vagliata con attenzione, e come dice Malagò, presidente del Coni “Non sono medico, ma certo c’è qualcosa che non quadra”

13 commenti

DALLA WADA RISULTA CHE GLI ATLETI USA SONO DOPATI – Da alcuni giorni circola la notizia che alcuni Hacker russi, in seguito al caso Sharapova e ai ripetuti controlli anti-doping agli atleti russi, siano riusciti a entrare nei sistemi della Wada, nota agenzia mondiale anti-doping, e abbiano scoperto che molti atleti americani che hanno partecipato ai giochi olimpici fanno uso di sostanze dopanti o ritenute illegali. Il fatto curioso è che anche le due sorelle Williams sono risultate  assumere sostanze non permesse dalla Wada “Serena Williams, migliore tennista del pianeta sta assumendo ossicodone, idromorfone, che sono oppioidi, prednisone e triamcinolone e sua sorella Venus è invece solita assumere prednisone prednisolone triamcilonone e formoterol” affermano infatti gli hacker del gruppo Fancy bear

VENUS SI GIUSTIFICA “HO DEI CERTIFICATI MEDICI” – “Mi dispiace apprendere che i miei dati medici privati siano stati compromessi da hacker e pubblicati senza il mio permesso- ha dichiarato Venus- Ho seguito le regole stabilite nel programma antidoping del tennis per ottenere l’esenzione a uso terapeutico la cui approvazione avviene dopo un procedimento rigoroso, al quale ho aderito, in presenza di condizioni mediche serie” In effetti da ciò che è emerso sembrerebbe che le sorelle del tennis abbiano avuto delle esenzioni a seguito di certificati medici che le giustificavano. “Le esenzioni sono state approvate per ragioni mediche legittime. Sono una delle più convinte sostenitrici dell’integrità nelle competizioni sportive e ho seguito alla lettera le linee guida della Wada, dell’Usada, della Itf e del programma antidoping del tennis” afferma la trentaseienne americana. E la cosa in effetti è confermata anche da Travis Tygart, direttore dell’Usada, agenzia anti-doping statunitense che dice “E’ impensabile che degli hacker possano ottenere illegalmente delle informazioni mediche confidenziali nel tentativo di infangare atleti come se avessero fatto qualcosa di sbagliato. Non e’ questo il caso. Le rispettive Federazioni internazionali, attraverso un procedimento appropriato, hanno garantito loro l’esenzione medica che e’ stata riconosciuta anche da Cio e Usada”

13 commenti

13 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Paolo Poeta - 7 mesi fa

    Malago….pure!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giuliana Cau - 7 mesi fa

    Data la loro stazza, non credo avessero un reale bisogno di aiuti illeciti. Il caso di Venus poi è differente, perché ha una malattia rara da tenere sotto controllo. Serena, se avesse avuto più continuità negli anni tra il 2008 e il 2011, avrebbe ora nel suo palmares minimo 5/6 slam in più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Tennis Circus - 7 mesi fa

    Resta aggiornato con le ultime news del mondo del tennis direttamente sul tuo smartphone! Iscriviti al nostro canale Telegram https://www.telegram.me/tenniscircus! È gratis!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Salvatore Puce - 7 mesi fa

    Tutte e due gli stessi problemi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Federico Colombo - 7 mesi fa

    Nn metto in dubbio che abbiano problemi fisici ed è legittimo curarsi,ma i farmaci assunti sicuramente influiscono sulle performance.Nn facciano le ingenue.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sergiomo Modolo - 7 mesi fa

      Bisogna vedere che tipologia di farmaci. Alcuni per quanto vietati non danno un aumento di prestazioni da fare la differenza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Federico Colombo - 7 mesi fa

      Steroidi e betastimolanti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Sergiomo Modolo - 7 mesi fa

      Corticosteroide….cosa ben diversa. Sono catabolici.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Federico Colombo - 7 mesi fa

      Segiomo , ma perchè nn parli di tecnica che è meglio?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Sergiomo Modolo - 7 mesi fa

      Prendi 25 mg al giorno di prednisone…e non vinci di certo i 100 mt.io non mi sono mai bombato con il cortisone.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Federico Colombo - 7 mesi fa

      Continui?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    7. Sergiomo Modolo - 7 mesi fa

      Si certo. …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    8. Sergiomo Modolo - 7 mesi fa

      L ossicodone l ho assunto per anni…e non ha di certo effetti positivi sulla prestazione. …idromorfone idem.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy