Tennis Virtual Tour

Tennis Virtual Tour

Vi proponiamo un’intervista realizzata a Marco Trevisan, inventore di Tennis Virtual Tour, uno dei giochi di fanta tennis con maggiore diffusione nel nostro paese.

di Adamo Recchia

Lei è l’inventore di Tennis Virtual Tour, ci può raccontare di cosa si tratta?

MARCO TREVISAN: “É un gioco gratuito senza scopo di lucro in cui gli appassionati di tennis sono chiamati a pronosticare i risultati dei match all’interno del circuito Atp e Wta. Il gioco giornaliero si sviluppa attraverso un circuito virtuale che ricalca quello reale con sfide dirette, tornei e un ranking.”

Se qualcuno decidesse di partecipare cosa deve fare?

“Chiunque volesse partecipare al gioco deve andare sul sito web www.tennisvirtualtour.com e iscriversi seguendo le modalità previste. Una volta eseguita la registrazione, il consiglio che mi sento di dare è quello di recarsi nella sezione ‘Rules’ e leggere sia l’Official Rulebook (ci sono due versioni, italiana e inglese, ed è scaricabile essendo un PDF) che il Tutorial (come il precedente), ovvero i documenti che spiegano nel dettaglio come ci si deve comportare per partecipare al gioco. In breve, una volta iscritti si viene inseriti nel ranking (che all’inizio sarà inevitabilmente basso come avviene nel tennis vero) e ci si può iscrivere, settimana per settimana, ai tornei elencati in Home Page nella sezione Entry List. Il tempo limite per iscriversi ai diversi tornei è il sabato entro le 14 per i challenger e la domenica entro le 14 per tutti gli altri (Slam, ATP e Futures). Ci sarebbe tanto altro da aggiungere ma solo giocando si entra veramente nel meccanismo diabolico e affascinante del TennisVirtualTour.”

Come le è venuta l’idea?

“L’idea é partita sul blog “Servizi Vincenti” gestito dal giornalista Ubaldo Scanagatta. I lettori leggevano gli articoli (prima che migrassero sul sito ubitennis.it) e manifestavano opinioni e convinzioni su come le partite sarebbero andate a finire. Da lì l’idea di fidelizzare i lettori coinvolgendoli anche in un gioco, che, partito in sordina, si é sempre più sviluppato ex é accresciuto sino alla realizzazione di un vero e proprio sito, tennisvirtualtour.com.”

In quanti siete in questa avventura?

 “Circa 300 persone partecipano regolarmente al gioco.”

Il suo lavoro è quello di aggiornare i risultati che riesce a procurarsi?

“No, il mio compito è quello di tenere aggiornata la pagina facebook del gioco. Nelle settimane in cui vengono disputati i tornei più importanti (Slam, Masters 1000 e ATP Finals) metto post quasi tutti i giorni allo scopo di seguire da vicino lo sviluppo degli incontri mentre ogni lunedì o martedì c’è il riepilogo settimanale dei vincitori della settimana, che comprende i risultati delle finali dei tornei in calendario.”

Nole sta facendo un grande finale di stagione, è rimasto sorpreso di questo?

“Chi aveva dato per scomparso un campione che appena due stagioni fa deteneva contemporaneamente (primo caso dopo Rod Laver nel 1969) i titoli dei quattro major, ha commesso decisamente un errore. Credo che il suo ritorno agli alti livelli fosse solo questione di tempo e il Nole degli ultimi due anni era troppo brutto per essere vero. Certo, per come aveva iniziato il 2018 non era facilmente prevedibile che potesse centrare la prestigiosa doppietta WIMBLEDON-US OPEN ma, quando sta bene, il serbo ha dimostrato di essere un vero numero 1. Non a caso è in vantaggio negli head-to-head sia con Nadal che con Federer. Adesso sarà interessante vedere cosa succederà in queste ultime settimane e nelle ATP Finals.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy