Verdasco: “Nadal e Federer i favoriti a Madrid”

Verdasco: “Nadal e Federer i favoriti a Madrid”

Dopo essere uscito per due tornei consecutivi al primo turno, Fernando Verdasco si riscatta al Masters 1000 di Madrid con una vittoria di grande importanza contro Guillermo Garcia-Lopez(4-6 6-2 6-3), uno dei giocatori più in forma del circiuto. Il madrileno, entusiasmato come ogni anno di giocare il torneo di casa propria, prepara l’incontro con Marin Cilic senza porsi obiettivi settimanali.

Cercherò di giocare come so. E’ un giocatore che tira forte sia di dritto che di rovescio, è il campione degli US Open. Ma sto giocando a casa mia, spero che questo mi aiuterà a dare un valore aggiunto in più al mio gioco“, dice riguardo il croato, vincitore contro Vesely nel primo turno (7-5 6-1).

Alla domanda sulle brutte prestazioni nelle recenti settimane, Verdasco risponde che la durezza del calendario non dà possibilità di rimanere sempre in perfetta forma: “Pochi giocatori arrivano in semifinale ogni settimana, quando si giocano molti tornei di fila senza riposare è normale che negli ultimi si diventa un po’ carenti fisicamente e nelle prestazioni. La scorsa settimana ho riposato molto bene e ho preparato molto bene questo torneo, ho motivazioni molto migliori di Monte Carlo e Barcellona“, dice il numero 38 del mondo

verdasco 2

Questo torneo è troppo importante per pensare già al Roland Garros. La mia testa è al 100% qui a Madrid. Ho un tabellone molto complicato nel quale dovrò vedermela con molte teste di serie, sarà durissima, ma è il torneo dell mia città e voglio fare bene, per quanto possibile“.

Sul favorito per la vittoria finale alla Caja Magica di Madrid non ha dubbi: “Rafa si autoproclama fuori dai favoriti, ma è ovvio che lo fa per togliersi la pressione di dosso. Per me è ovviamente uno dei favoriti del tabellone. Mi sono allenato qui con lui ieri, l’ho visto e so che quando prenderà il ritmo giusto prenderà consapevolezza di se stesso. Lui e Federer sono i candidati migliori“, afferma l’ex semifinalista agli Australian Open.

Infine, Verdasco ha voluto commentare l’idea molto discussa delle ultime settimane circa la possibilità di giocare la finale del Masters 1000 al meglio dei cinque set, cosa che piacerebbe molto a Nadal, ma non a Ferrer. “Prima di tutto vorrei arrivarci alla finale, poi vedrò cosa mi piace di più. Penso che sia meglio con i tre set. E non perchè mi piace di più, io adoro giocare al meglio dei cinque. Ma se venite qui per giocare una finale con Nadal o Federer e due giorni dopo siete a Roma, non penso siate avvantaggiati. Sono con David, meglio in tre set“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy