Wimbledon e il rispetto per tutti i raccattapalle

Wimbledon e il rispetto per tutti i raccattapalle

Il torneo londinese si è esposto riguardo la diatriba tra giocatori e raccattapalle che si sta sviluppando in queste settimane.

di Jonathan Zucchetti, @J_Zucchetti

Mick Desmond, direttore commerciale e della comunicazione per Wimbledon, chiede rispetto da parte dei giocatori verso i raccattapalle dopo quanto successo tra Fernando Verdasco e uno di loro nel recente torneo di Shenzhen, quando il madrileno ha intimato al ragazzo di passargli l’asciugamano più velocemente per evitare di ricevere un warning.
La scorsa settimana, il tema è diventato ancora più attuale dopo che il video di quanto successo è diventato virale e sono arrivati commenti da persone influenti nel mondo del tennis, come Judy Murray e Roger Federer, il quale, prima di debuttare a Shanghai, ha chiesto rispetto per tutti i giovani collaboratori del torneo. Qualche giorno dopo, però, la storia si ripete, con Aryna Sabalenka che, durante un cambio campo, ha iniziato ad agitare una bottiglia d’acqua verso il raccattapalle prima di lanciarla per terra.

All’idea di installare un porta asciugamani, opzione su cui si è riflettuto per le NexGen ATP Finals di Milano, Desmond dice che non è assolutamente necessario, perché non farebbe altro che spezzare ancora di più il ritmo della partita. “Non è detto, ma di certo bisogna mantenere il ritmo e la velocità delle partite. L’importante è che ci sia mutuo rispetto tra le parti.

LONDON, ENGLAND - JULY 11:  Roger Federer of Switzerland walks off No.1 court after losing his Men's Singles Quarter-Finals match against Kevin Anderson of South Africa on day nine of the Wimbledon Lawn Tennis Championships at All England Lawn Tennis and Croquet Club on July 11, 2018 in London, England. Anderson won the match 6-2, 7-6, 5-7, 4-6, 11-13 in 4hr 13min.  (Photo by Julian Finney/Getty Images)

Infine, Desmond afferma che Wimbledon non ha alcuna intenzione di lasciar correre su giocatori che si comportano in maniera scorretta verso i raccattapalle: “Speriamo che chiunque a Wimbledon, giocatori, raccattapalle o personale di pulizia, abbia rispetto per tutti gli altri all’interno del torneo. E’ una richiesta molto semplice”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy