Aus Open: Fognini si arrende in lotta a Muller e ad un infortunio; avanti Bolelli, out Cecchinato

Aus Open: Fognini si arrende in lotta a Muller e ad un infortunio; avanti Bolelli, out Cecchinato

Poca “fortuna” per Fabio Fognini a Melbourne. Il ligure perde un match beffardo con Muller ( set point a favore nei primi due tie-break) dove ha servito ben 20 aces, anche a causa di un fastidio alla gamba destra. Settima eliminazione al primo turno in 9 apparizioni in terra australiana per Fabio. Nulla da fare anche per Marco Cecchinato, battuto in 4 parzali da Mahut. Simone Bolelli elimina Baker e raggiunge Andreas Seppi al secondo turno.

L’incontro che ha aperto il programma sul campo 8 sulla carta era ostico e cosí é stato per Fabio Fognini, contro un avversario che lo scorso anno si comportó piuttosto bene raggiungendo gli ottavi di finale. Il ligure ha lottato per tutto l’incontro anche con un evidente fastidio alla gamba destra, ma per lui sono stati fatali tre tie-break sui 4 giocati.

Muller infatti si é imposto con lo score di 7-6(6) 7-6(7) 6-7(5) 7-6(1) dopo oltre 4 ore di battaglia in un clima a dir poco infuocato visto il comportamento di alcuni tifosi in tribuna che hanno disturbato non poco il nostro portacolori.

In avvio di match a dominare sono stati i servizi, del resto si affrontavano uno dei migliori battitori del circuito ed un Fognini superbo con questo fondamentale nel match odierno: 20 aces in totale per lui con il colpo su cui ha piú lavorato nella off-season come ha rivelato in conferenza stampa. 

Si prosegue senza sussulti fino al quinto gioco, quando a sorpresa é il lussemburghese a concedere la prima palla break. Fabio tuttavia non riesce a sfruttarla, rimandando la conclusione della frazione al tie-break, il primo di 4 giocati. Dopo tanti capovolgimenti di fronte l’azzurro sul 6-5 arriva a set point, ma in risposta puó davvero poco: Muller tiene i due servizi e si porta lui a set point chiudendo grazie ad un gratuito di Fognini. 

Fabio non é al top fisicamente e si é visto subito dai movimenti da fondo campo. Il trainer prova a massaggiargli la gamba destra; Fabio stringe i denti e in qualche maniera rimane attaccato al suo avversario fino ad un secondo tie-break. Anche qui Fogna ha un set point, ma ancora in risposta. Muller si salva e recuperando una volée di Fognini incamera il secondo set.

d9cf4bbc00e17cbe4de15f3aee2f062d_169_l

Con il Fognini “vecchio” l’incontro sarebbe probabilmente finito, ma non per il Fabio degli ultimi tempi. Il ligure dá tutto in campo, annullando anche una pericolosa palla break prima dell’ottavo game fiume. Tra problemi con Hawk-Eye e penality point per l’azzurro, il n.1 d’Italia prova a spiegare le sue ragioni al supervisor, ma quando si torna a giocare forse sconcentrato concede due match point a Muller. Fabio si salva e ancora una volta riesce ad andare al tie-break. Questa volta la “fortuna” lo premia grazie ad un doppio fallo del lussemburghese. 

Fisicamente il taggiasco non ne ha piú ma lotta con tutte le forze, salvando i suoi giochi al servizio e recuperando sul 3-2 il break di svantaggio. La conclusione dell’incontro viene riservata al tie-break dove purtroppo Fabio paga gli sforzi precedenti cedendo per 7 punti ad 1. La cosa positiva, molto positiva é che a differenza dello scorso anno quando perse all’esordio da Gonzalez, Fabio ha lottato senza avere nulla da rimproverarsi a fine match. Una mentalitá vincente, che senza guai fisici potrá forse portarlo dove merita. Ora  non gli resta che tentare  di difendere il titolo di doppio con Simone Bolelli. 

cecchinato

Manca l’appuntamento con la prima vittoria in un Major Marco Cecchinato. Il siciliano si arrende ancora a Nicolas Mahut per 6-4 2 -6 2-6 2-6, avversario con cui aveva giá perso la scorsa settimana nelle quali di Sydney. Marco parte bene grazie ad un break colto nel settimo gioco, ma poi a partire dalla seconda frazione non riesce piú a far male al francese che rapidamente si invola verso il secondo turno.

Oltre ad Andreas Seppi l’italia avrá anche un altro rappresentante al secondo turno. Si tratta di Simone Bolelli, vittorioso sull’americano Brian Baker per 7-6(6) 7-6(3) 6-7(2) 7-6(5) dopo 3 ore e 39 minuti di battaglia. Bel riscatto per il tennista di Budrio, dopo la cocente eliminazione patita a Sydney per mano del qualificato Sarkassian, numero 198 Atp. Ora Bole sará atteso da una sfida tosta con il tennista aussie Bernard Tomic, 0-0 i precedenti. Con la pressione tutta sulle spalle del giovane australiano, Simo potrá giocare libero e quindi perché no fare match alla pari. 

I risultati:

G.Muller d [20] F.Fognini 7-6(6) 7-6(7) 6-7(5) 7-6(1)

N.Mahut d M.Cecchinato 4-6 6-2 6-2 6-2

S.Bolelli d B.Baker 7-6(6) 7-6(3) 6-7(2) 7-6(5)

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy