Australian Open, Junior: Musetti fa suo il derby italiano e vola in finale. Zeppieri fuori a testa alta

Australian Open, Junior: Musetti fa suo il derby italiano e vola in finale. Zeppieri fuori a testa alta

Lorenzo Musetti supera agevolmente in due set il connazionale, e compagno di doppio, Giulio Zeppieri ed approda in finale, la sua seconda consecutiva a livello slam. Il tennista di Carrara si contenderà il titolo con Emilio Nava.

di Antonio Sepe

Due amici ed un solo posto nella finale di uno dei tornei più importanti che ci siano. Probabilmente entrambi avrebbero preferito incontrare qualsiasi altro avversario e invece, bravissimi ad arrivare fino in semifinale nella stessa parte del tabellone, inevitabilmente si sono dovuti affrontare con una posta in palio, inoltre, piuttosto alta. Musetti e Zeppieri, che come se non bastasse sono anche compagni di doppio, si sono così trovati a disputare la semifinale degli Australian Open ed alla fine, dopo un’ora e 13 minuti di gioco, è stato il favorito, vale a dire Lorenzo Musetti – testa di serie numero 1 – ad uscirne vittorioso ed a qualificarsi per la sua seconda finale slam consecutiva. Dopo esser stato sconfitto all’atto conclusivo a Flushing Meadows, domani il giovane azzurro tenterà di portare a casa il primo slam della sua carriera e, come ultimo ostacolo, troverà l’americano Emilio Nava, il quale, oggi, tra singolare e doppio ha speso non poche energie. Esce a testa più che alta Giulio Zeppieri, capace di spingersi in semifinale, battendo ben tre teste di serie – 11, 8, 3 – e dunque avversari, almeno sulla carta più quotati di lui.

Giulio Zeppieri e Lorenzo Musetti. Fit
Giulio Zeppieri e Lorenzo Musetti. Fit

PRIMO SET – Fin dall’inizio ha regnato l’equilibrio, non a caso i primi due giochi sono stati particolarmente lunghi e combattuti, ma nessuno dei due italiani è riuscito a convertire le palle break a disposizione. Solamente nel quinto gioco è arrivato il primo break dell’incontro, in favore di Musetti, che si è portato in vantaggio, issandosi sul 3-2. Nonostante Zeppieri non abbia mai mollato neanche un singolo punto, nel settimo game è arrivato un secondo break in favore della prima testa di serie del seeding, che ha poi chiuso 6-2 al terzo set point a disposizione. Appena 8 giochi disputati, ma ben 39 minuti di tennis, a testimonianza di un equilibrio che ha caratterizzato la prima parte di questa sfida.

SECONDO SET – Nella seconda frazione, invece, i games sono andati via molto più velocemente ma, già nel terzo gioco, Musetti otteneva un break di cruciale importanza che sarebbe potuto risultare decisivo ai fini del parziale e dunque del match. Zeppieri, però, ha continuato a lottare come un leone e, dopo aver mancato una palla break nel quarto game, è riuscito finalmente a piazzare il controbreak nell’ottavo gioco, impattando sul 4 pari. Nonostante ciò, il tennista laziale può avere qualcosa da rimpiangere nei due seguenti giochi, dove ha prima perso a 15 la battuta, mandando il suo avversario a servire per il match, ma soprattutto non ha poi sfruttato neanche una delle 4 – di cui 3 consecutive – palle break avute a disposizione sul 4-5, consegnando di fatto la vittoria a Musetti, molto bravo a chiudere al primo match point.

Risultati: 

[1] L. Musetti b. G. Zeppieri 6-2 6-4

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy