Australian Open, primo turno: dilagano Sabalenka e Sharapova. Fuori Julia Goerges

Australian Open, primo turno: dilagano Sabalenka e Sharapova. Fuori Julia Goerges

Sabalenka e Sharapova travolgenti. Danielle Collins estromette Julia Goerges dal torneo. La tedesca è stata a due punti dalla vittoria, ma non ha chiuso dopo essere stata avanti 6-2, 6-5 e 30-0. Buona la prima per Garcia, Vekic (che si è imposta su Kiki Mladenovic) e Martic.

di Monica Tola

Nei primi match in programma riflettori puntati su Aryna Sabalenka e Maria Sharapova. Vittoria per entrambe in due set con Masha che ha rifilato un impietoso doppio bagel alla qualificata britannica Harriet Dart. Danielle Collins è l’autrice della prima eliminazione eccellente: la statunitense, dopo aver rischiato la sconfitta, si è imposta su Julia Goerges. Affermazioni facili per Caroline Garcia, Petra Martic e Rebecca Peterson, prossima avversaria di Maria Sharapova. Fuori Kiki Mladenovic, che si è arresa a Donna Vekic. Prosegue dunque la serie negativa della transalpina.

MASHA E SABALENKA TRAVOLGENTI, OUT GOERGES – Un 6-0 6-0, con la malcapitata Harrriet Dart che ha lasciato il campo a testa china e in lacrime, riassume perfettamente il dominio di Maria Sharapova. C’è davvero poco da aggiungere su un match senza storia. La ex numero 1 da rivedere in test più impegnativi. Già dal secondo turno, contro la svedese Rebecca Peterson, l’asticella si innalzerà sensibilmente. Stacca il pass per il secondo turno anche Aryna Sabalenka, che ha avuto la meglio in due set su Anna Kalinskaya. Primo parziale a senso unico con la bielorussa che ha lasciato per strada un solo gioco e appena 6 punti al servizio. Nella seconda frazione si è giocato di più ma, a parte una palla break annullata nel quarto game, Aryna Sabalenka non ha corso particolari rischi. Anna Kalinskaya ha fatto quel che ha potuto per tentare di impensierire la numero 11 del mondo, in particolare cercando di entrare negli scambi per sfruttare il rovescio (colpo migliore della tennista russa), ma il divario tra le due giocatrici era piuttosto evidente. Nonostante nel secondo set gli errori della Sabalenka (che nel primo ha commesso 6 gratuiti) siano aumentati, per la Kalinskaya cambiare le sorti del match era una missione impossibile. Dopo aver annullato l’unica palla break concessa nell’incontro (sul 2-1 per la Kalinskaya), Aryna Sabalenka ha ripreso a esprimersi in assoluta scioltezza e ha infilato una striscia di 5 giochi a 2. Risultato: 6-1, 6-4 in 66 minuti. Suicidio tennistico di Julia Goerges, che è la prima eliminata eccellente di Melbourne 2019: la tedesca, testa di serie numero 14, conduceva 6-2, 6-5 30-0 su Danielle Collins. La statunitense era certamente una delle avversarie più insidiose tra le non teste di serie, ma sono tante le responsabilità della Goerges che ha commesso 44 gratuiti, 34 concentrati tra secondo e terzo set. Molto più concreta Danielle Collins, che dopo essere stata a due punti dalla sconfitta, ha pareggiato i conti nel tie-break del secondo parziale e ha chiuso 6-4 al terzo.

LE ALTRE PARTITE – Caroline Garcia torna alla vittoria dopo le uscite al primo turno a Shenzhen e Hobart. A Melbourne, la ex numero 4 del mondo, attualmente numero 19 Wta, difende gli ottavi di finale. La Garcia ha dominato il derby francese che l’ha opposta alla qualificata Jessica Ponchet. Saluta immediatamente il torneo Kiki Mladenovic, che oggi non partiva con i favori del pronostico. Tutto semplice per Donna Vekic (testa di serie numero 29), che ha concesso alla Mladenovic soltanto 6 giochi. Buona la prima anche per Petra Martic, testa di serie numero 31. Ottavi di finale da difendere anche per la croata che ha liquidato Heather Watson con un secco 6-1, 6-2. Avanzano anche Rebecca Peterson, che al secondo turno se la vedrà con Maria Sharapova, e Marketa Vondrousova. Eliminata Ekaterina Makarova. La tennista russa, precipitata al numero 57, è stata sconfitta dalla britannica Katie Boulter (99 Wta). Partita rocambolesca, con la Boulter che nel primo set ha annientato la più esperta avversaria con un bagel. La Makarova avrebbe potuto ribaltare l’incontro, ma non è riuscita a sfruttare il 3-1 e servizio del terzo parziale. L’ha spuntata la giocatrice di Leicester al super tie-break, il primo disputato nella storia degli Australian Open, dopo quasi due ore e mezzo di gioco. Il cambio di regolamento ha peraltro giocato un brutto scherzo all’atleta del Regno Unito: l’abitudine al tie-break “normale”, l”ha portata ad avvicinarsi a stringere la mano di Ekaterina Makarova alla conquista del settimo punto. Il curioso episodio non ha comunque deconcentrato la numero 99 del mondo. Al secondo turno per la Boulter, Aryna Sabalenka.

Risultati:

[30] M. Sharapova b [Q] H. Dart 6-0 6-0

[11] A. Sabalenka b [Q] A. Kalinskaya 6-1 6-4

[31] P. Martic b H. Watson 6-1 6-2

R. Peterson b S. Cirstea 6-4 6-1

M. Vondrousova b E. Rodina 6-3 6-2

[29] D. Vekic b K Mladenovic 6-2 6-4

[19] C. Garcia b [Q] J. Ponchet 6-2 6-3

S. Vickery b [Q] Y. Bonaventure 2-6 6-4 6-4

[Q] A. Sharma b [WC] P. Hon 7-5 4-6 6-1

D. Collins b [14] J. Goerges 2-6 7-6 6-4

K. Boulter b E. Makarova 6-0 4-6 7-6 (10-6 Super Tie-break)

[WC] Z. Hives b B. Mattek-Sands 6-1 6-2

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy