Australian Open, quarti: Angelique Kerber domina contro una pessima Madison Keys e torna in top 10

Australian Open, quarti: Angelique Kerber domina contro una pessima Madison Keys e torna in top 10

Angelique Kerber domina e concede appena tre giochi a Madison Keys. Partita senza storia, anche per demerito della giocatrice americana, a dir poco disastrosa. Angelique Kerber con la vittoria odierna si è assicurata il ritorno in top 10.

di Monica Tola

Angelique Kerber batte Madison Keys per la settima volta su otto scontri diretti e si qualifica per le semifinali. La giocatrice di Brema con la vittoria odierna si è assicurata il rientro in top 10. Partita senza storia con Madison Keys non pervenuta. L’inconsistenza della statunitense è stata un invito a nozze per la ex numero 1. La Kerber ha potuto dilagare e applicare ad occhi chiusi lo schema tattico più ovvio: muovere l’avversaria, approfittando dei limiti della Keys negli spostamenti, e impedirle di trovare il tempo per accelerare i colpi.

PRIMO SET – Primo set all’insegna del dominio di Angelique Kerber. Ventidue minuti di gioco per un eloquente 6-1. Punteggio che dice tutto su quanto Madison Keys non sia la giocatrice che può infastidire la ex numero 1. L’americana pur avendo tenuto in campo il 74% di prime in campo, ha perso tre volte il turno in battuta: nel primo, terzo e settimo gioco. Segno dell’ottima giornata in risposta di Angelique Kerber, che ha dilagato anche negli scambi prolungati. Il rovescio in lungolinea è stato croce e delizia (soprattutto la prima delle due opzioni) per Madison Keys: con quella soluzione la tennista statunitense ha firmato qualche vincente, ma accumulato anche tantissimi gratuiti.

SECONDO SET – La partita rischia di scivolare di mano a Madison Keys, che in un attimo è sotto 3-0 nel secondo parziale (con break tedesco conquistato nel secondo gioco): Angelique Kerber muove a proprio piacimento l’avversaria, approfittando del limite cronico di Madison Keys. Ovvero la difficoltà negli spostamenti. Togliere il tempo alla tennista americana, per impedirle di accelerare da ferma, era una delle prevedibili chiavi tattiche della Kerber. Madison Keys nulla ha fatto per non restarne intrappolata. Perlomeno fino al quarto gioco. Una reazione, che sarebbe meglio definire l’ingresso in partita di Madison Keys, avvicina l’americana ad Angelique Kerber. Prima la finalista degli Us Open ha cancellato lo zero dal proprio tabellino, tenendo il turno di servizio, poi ha brekkato la tedesca: 3-2 Kerber. Ma è stata giusto una fiammata. Un doppio fallo fa da apripista alla ripresa del disastro di Madison Keys, che nel sesto game cede ancora in battuta. E’ 4-2 per la tedesca, che ben presto si trasforma in 5-2. Madison Keys serve per rimanere nel torneo: con uno dei tanti attacchi sconclusionati tirati esattamente dove si trovava Angie Kerber, consegna tre match point consecutivi. Alla tedesca basta il primo per archiviare in 51 minuti la pratica Keys.

Risultato:

[21] A. Kerber b [17] M. Keys 6-1 6-2

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy