Australian Open, semifinali: Caroline Wozniacki batte in due set Elise Mertens

Australian Open, semifinali: Caroline Wozniacki batte in due set Elise Mertens

Caroline Wozniacki batte in due set Elise Mertens. Tornata in semifinale a Melbourne dopo sette anni, agguanta la prima finale in carriera nello slam australiano. La tennista di Odense attende ora la vincente del match tra Simona Halep e Angelique Kerber. Elise Mertens si consola con l’ingresso in top 20.

di Monica Tola

Caroline Wozniacki ha la meglio in due set su Elise Mertens e centra la prima finale in carriera agli Australian Open. Perfetta nella gestione tattica del match, la danese è stata vittima della tensione quando, avanti 5-4 nel secondo set è andata a servire per l’incontro. Subito il controbreak, ha comunque chiuso dominando il tie break. Ottimo il bilancio per Elise Mertens che con i punti conquistati a Melbourne è di fatto in top 20.

PRIMO SET – In termini di punteggio è stato un break conquistato da Caroline Wozniacki nel quarto game a fare la differenza. La tennista di Odense lo ha amministrato senza problemi, compreso l’unico momento critico nel quale la Wozniacki ha concesso una palla break. E’ accaduto nel quinto gioco, ma la numero 2 al mondo ha gestito tranquillamente la situazione servendo benissimo. Tatticamente, invece, è stata supremazia di Caroline Wozniacki. Elise Mertens è una tennista ordinata, che tiene i piedi bene dentro il campo e anticipa i colpi. Ma ha due grossi limiti: il dritto e gli spostamenti. Caroline Wozniacki li ha sfruttati entrambi, giocando sistematicamente sul colpo debole dell’avversaria e costringendola a correre. Caroline Wozniacki non si è semplicemente adagiata sugli errori di Elise Mertens, ma ha prodotto gioco da tutte le parti del campo. Quanto è bastato per portare a casa un 6-3 in 38 minuti.

SECONDO SET – Due pericolosissime palle break annullate da Elise Mertens in avvio di secondo parziale. Evitata momentaneamente la fuga di Caroline Wozniacki, si procede seguendo l’andamento dei turni in battuta. Si arriva al 2-2 con un dato eloquente per quanto concerne l’andamento complessivo del match: i gratuiti di Elise Mertens sono 21 rispetto ai 7 di Caroline Wozniacki. La belga non cambia il proprio atteggiamento e ha fretta di chiudere velocemente gli scambi. Così non può che sbagliare. Anche perché Caroline Wozniacki trova sempre quella profondità nei colpi che costringe Elise Mertens a rispondere indietreggiando e in precario equilibrio. Il break era nell’aria e se non era arrivato nel primo gioco, puntuale si materializza nel quinto. Dopo un’ora esatta di gioco, Caroline Wozniacki è avanti un set e 3-2 più servizio. Il set scorre veloce, la tennista danese amministra il break di vantaggio. Il secondo parziale è iniziato da 34 minuti e Caroline Wozniacki, conduce 5-4 e va a servire per la finale. In balia della tensione commette due doppi falli e restituisce il break. Elise Mertens prende coraggio, mentre Caroline Wozniacki si irrigidisce. Con la belga avanti 6-5 è Caroline Wozniacki ad andare in battuta per rimanere nel parziale. Fa e disfa la danese: inizia sbagliando tutto, con coraggio annulla due set point, e al quarto vantaggio riesce a conquistare il tie break. Caroline Wozniacki riordina le idee e riprende esattamente da ciò che aveva fatto per l’intero match: comandare gli scambi, far correre Elise Mertens e giocarle sul dritto. Jeu décisif saldamente nelle mani della danese e prima finale in carriera agli Australian Open centrata.

Risultato:

[2] C. Wozniacki b E. Mertens 6-3 7-6 (2)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy