Australian Open, terzo turno: Federer in scioltezza, bene Tsitsipas e Berdych

Australian Open, terzo turno: Federer in scioltezza, bene Tsitsipas e Berdych

Vittoria agevole per Roger Federer, che supera Fritz ed approda agli ottavi senza aver ancora perso set. Berdych batte Schwartzman ed attende il vincente del match Nadal-De Minaur, mentre Tsitsipas ha bisogno dei soliti quattro set per avanzare.

di Antonio Sepe

FACILE ROGER — Vola agli ottavi Roger Federer, che sconfigge in maniera piuttosto agevole Taylor Fritz e mantiene la sua imbattibilità in termini di set. 3 su 3 per lo svizzero, che torna a dominare dopo l’equilibrata sfida del turno precedente contro Evans ed a farne le spese è il malcapitato Fritz, capace di portare a casa move giochi, ma non potendo fare praticamente nulla per contrastare il tennis del suo avversario, il quale ha giocato e soprattutto non ha concesso neppure una palla break in 14 turni di servizio. La Rod Laver Arena si conferma quasi una seconda casa per il tennista di Basilea, che ora se la vedrà con Stefanos Tsitsipas, già affrontato – in maniera vittoriosa – poche settimane fa alla Hopman Cup, ma senza i quarti di uno slam in palio. Nonostante il buon cammino di Federer in questo slam australiano, con buone probabilità, quando verrà stilato il nuovo ranking Roger scenderà di almeno una posizione in quanto i punti che Zverev sta accumulando gli permetteranno di sorpassare lo svizzero, costretto a difendere la vittoria dell’anno scorso. Dunque, se domani Zverev dovesse battere Bolt, il sorpasso sarebbe effettuato. Roger Federer

Primo set vinto dall’elvetico in maniera piuttosto rapida e senza particolari problemi. Ai fini del 6-2 con il quale ha chiuso Federer, sono stati decisivi i due break arrivati nella parte centrale del parziale, terzo e quinto gioco, intervallati da un game dove Fritz si è trovato 30-15 in risposta senza riuscire però a concretizzare la situazione. Piuttosto solida finora la prestazione di Roger, che ha commesso pochissimi errori ed ha dominato con la battuta.

La seconda frazione è stata indubbiamente la più equilibrata, non a caso non ci sono stati break nei primi dieci giochi – nonostante una palla break non sfruttata da Federer sull’1 pari – e dunque si è decisa solo nel finale. Il break cruciale è giunto nell’undicesimo gioco, appena prima del tie-break, quando Roger ha strappato la battuta al suo avversario ed ha blindato anche il secondo parziale, poi vinto 7-5.

Infine, il terzo set è stato quasi uguale al primo: 6-2 in favore della testa di serie numero 3, due break arrivati nel terzo e nel quinto game, ma con la differenza che Federer ha potuto esultare definitivamente quando ha conquistato l’ottavo gioco poiché era appena approdato agli ottavi di finale. Seconda settimana, dunque, raggiunta dallo svizzero, che non perde in questo torneo dal 2016.

BERDYCH INARRESTABILE — Non si ferma più Tomas Berdych, protagonista di un inizio di stagione da urlo, con tanto di finale raggiunta – ma persa – a Doha ed ora anche gli ottavi agli Australian Open. Quest’oggi è arrivata una vittoria importante, in rimonta, contro un giocatore ostico come Schwartzman, che lo proietta ad un’ipotetica sfida con Nadal al prossimo turno. 3 ore circa sono servite al tennista ceco per imporsi ai danni della testa di serie numero 18, che era partita meglio, appropriandosi del primo set. Dopo aver conquistato il secondo 6-3, però, Berdych non si è più fermato e, dopo aver rischiato di cedere la terza frazione, poi vinta in extremis per 7-5, Tomas ha chiuso agevolmente, prevalendo in quattro set ed uscendo vittorioso dal confronto anche grazie a 19 aces e ben 65 vincenti. Per Berdych arrivano notizie anche positive dal ranking dato che, nonostante avesse da difendere i quarti raggiunti l’anno scorso, al momento riuscirebbe ad ammortizzare questa caduta perdendo circa 20 posizioni. Chissà dunque se il prossimo turno ci regalerà una sfida con Nadal – sarebbe la 24ª nel Tour – oppure un’inedito confronto – il primo tra i due – con De Minaur. berdych 2

TSITSIPAS IN 4 — Infine, stacca il pass per gli ottavi anche Stefanos Tsitsipas, che supera in quattro set Nikoloz Basilashvili. Seconda volta in carriera agli ottavi di uno slam il greco – dopo Wimbledon, 2018 – che ora se la vedrà con Roger Federer. Il primo confronto in carriera tra questi due tennisti è durato quasi tre ore e si è deciso in quattro set, ma alla fine ad imporsi è stato Tsitsipas, che ha scagliato 18 aces ed ha commesso meno errori non forzati del suo avversario. Dopo due set piuttosto simili tra loro, che i due giocatori si sono equamente spartiti imponendosi 6-3, il terzo parziale è stato un po’ il crocevia di questo match e Tsitsipas ha rischiato di buttarlo via: dopo aver servito per il set ed aver avuto anche un set point sul 5-3, infatti, Stefanos ha dovuto annullare un set point al suo avversario nel tie-break prima di chiudere 9-7. Il quarto set è stato poi una formalità per il greco, che nonostante il 6-4 con il quale ha chiuso non è mai stato in difficoltà ed ha sempre avuto il controllo.

Risultati: 

[3] R. Federer b. T. Fritz 6-2 7-5 6-2

[14] S. Tsitsipas b. [19] N. Basilashvili 6-3 3-6 7-6 [7] 6-4

T. Berdych b. [18] D. Schwartzman 5-7 6-3 7-5 6-4

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy