Daniel Evans senza peli sulla lingua: “Nel team di Tomic sono tutti degli idioti!”

Daniel Evans senza peli sulla lingua: “Nel team di Tomic sono tutti degli idioti!”

Botta e risposta tra Daniel Evans e John Tomic (padre di Bernie) con dichiarazioni che non lasciano spazio a libere interpretazioni.

Commenta per primo!

Perdendo in quattro set contro il più esperto Jo-Wilfried Tsonga, Daniel Evans ha interrotto la sua bellissima favola australiana. Allenatosi durante l’off-season con il connazionale Andy Murray, arrivato a Melbourne senza sponsor,  Evans, deve ritenersi più che soddisfatto del suo avvio di stagione e, sicuramente, non faticherà a trovare un nuovo sponsor dopo le sue brillanti prestazioni.

I FATTI – Dopo il match vinto, in rimonta, contro il padrone di casa Berbard Tomic, Evans, si è detto sconcertato dal comportamento assunto dal box dell’australiano. “Sono dei perfetti idioti” avrebbe dichiarato. Tanto per capirci, al box di Tomic stava il padre di Bernard, John, uno dei peggiori padri-padroni del circuito. John nel 2013 dichiarò che Daniel era troppo scarso per allenarsi con suo figlio! Nonostante, lo stesso Evans, quello stesso anno avesse fatto fuori Bernie proprio dagli Australian Open.

JOHN TOMIC: “NESSUNO HA FIATATO” – “Nessuno dal box ha detto qualche brutta parola a Daniel”, ha replicato papà John Tomic. “Controllo io il box e nessuno si permette di tossire durante il gioco”. “Non ho nulla contro John” dice il numero 51 del mondo, “ma non credo che quelli del suo team si siano comportati molto bene. John si è comportato bene ma gli altri del team si sono comportati da perfetti idioti, urlandomi contro ogni volta che andavo a prendere il mio asciugamano. Ecco perché ero sconvolto durante il match. Qualche amico di John nel box, però, non sa davvero come ci si comporta ad una partita di tennis. L’arbitro, poi, ha visto tutto e non ha fatto niente”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy