Australian Open, Del Potro dà forfait

Australian Open, Del Potro dà forfait

Brutte notizie in casa Del Potro per quanto riguarda il suo recupero dall’infortunio. Nonostante il rientro con la partecipazione a Sydney, dove venne eliminato in due tie-break da Mikhail Kukushkin, risente ancora di dolori al polso che non gli permetteranno di partecipare allo Slam australiano. Una brutta tegola per l’argentino, che oramai era riuscito a curare il polso incriminato ed era finalmente pronto per riiniziare la stagione alla pari con gli altri tennisti.

Proprio il giorno della vigilia del torneo è lo stesso Del Potro che attraverso i social rende pubblico quello che era già trapelato nei giorni scorsi, quando la sua partecipazione era già in dubbio. Infatti nel giorno di sabato era uscita la notizia che Delpo aveva sospeso l’allenamento a causa di alcuni dolori al polso, già riscontrati nel match perso a Sydney.

Nel tweet di annuncio del ritiro oltre a confermare il suo ritiro, ringrazia tutti per l’appoggio mostrato in questi giorni di rientro. È previsto il suo rientro nel marzo di quest’anno, in tempo per partecipare ai tornei di Indian Wells e Miami, sul cemento americano.

A Melbourne lascia il posto al lucky loser giapponese Hiroki Moriya, numero 146 del ranking. Un recupero da parte dell’argentino così forzato come poteva essere quello agli Australian Open, dopo un anno dall’ultimo Slam, rischiava di mettere a serio rischio il polso infortunato e di conseguenza il resto della stagione.

delpo2

Il suo rientro a Sydney aveva lasciato ben sperare ai suoi tifosi. Infatti sono arrivati subito due successi, tra cui uno contro il nostro Fabio Fognini, recuperando persino un set di svantaggio. Solo nella partita con Kukushin ha accusato qualche problema in più e alla fine il risultato l’ha condannato all’eliminazione dal torneo. L’ormai 26enne argentino è eccitato al pensiero di rientrare il più presto possibile e del fatto che potrà di nuovo competere con i più forti del mondo.

Delpo non è nuovo a questo tipo di infortunio. Già nel 2010 lo stesso polso lo costrinse a rimanere fermo per parecchio tempo, fermando il suo periodo positivo, quando era riuscito persino a vincere uno Slam. L’anno scorso subisce una ricaduta e dopo il forfait durante i tornei americani è costretto ad andare nuovamente sotto i ferri.

L’operazione si rivela più complicata del previsto ma alla fine ha buon esito e i legamenti del polso sono stati, per quanto possibile, riparati. Tra pochi mesi sarà nuovamente in grado di competere ad alti livelli, o almeno è quello che tutti gli appassionati di tennis si augurano fortemente.
¡Hasta pronto DelPo!
Di Simone Marasi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy