Fognini:”Partita brutta ma l’importante era portare il primo punto a casa”, Barazzutti:”Lo spirito è quello giusto”

Fognini:”Partita brutta ma l’importante era portare il primo punto a casa”, Barazzutti:”Lo spirito è quello giusto”

Dopo la prima giornata di Davis, l’Italia e il Giappone si trovano sull’1-1. La parola ai protagonisti dell’Italtennis.

di Francesco Papa

MORIOKA (GIAPPONE) – L’Italtennis e il Giappone orfano di Key Nishikori sono sull’1-1 dopo la prima giornata della sfida di Coppa Davis valida per il primo turno del World Group 2018 in corso a Morioka, capitale della prefettura di Iwate. Al primo singolare Fognini si è imposto sul 100 al mondo Taro Daniel 6-4 3-6 4-6 6-3 6-2, dopo tre ore e 55 minuti di lotta. Il pareggio dei nipponici è arrivato da Yuichi Sugita che nel secondo singolare  ha superato per 4-6 6-2 6-4 4-6 7-6(1) Andreas Seppi dopo aver salvato un match-point nel tie-break decisivo.

FOGNINI-Sono contento per la vittoria, è un punto importante per la squadra, ma è stata una brutta partita, non sono soddisfatto del tennis che ho espresso. Ma non importa, in Davis devi saper vincere anche questi incontri con quello che hai e oggi non era molto. E’ stato senza dubbio il match più brutto che ho giocato dall’inizio della stagione, ne sono consapevole, ma l’ho portato a casa ed era ciò che contava oggi. Non ho più nulla da dimostrare: quello che sto facendo lo sto facendo per me e perché amo questo sport”.

Il N.1 di Arma di Taggia continua sul suo incontro contro Taro:“Ad un certo punto mi sono innervosito, ma continuavo a ripetere a Corrado che ce l’avrei messa tutta e se perdevo l’avrei fatto lottando fino all’ultima palla. Negli ultimi due giorni di allenamento ho avvertito un dolore alla spalla: il dottore è riuscito a curarmi, ma durante la partita il dolore si è fatto di nuovo sentire. La vittoria di oggi la dedico a Flavia e Federico”.

SEPPIO

SEPPI-“Perdere dopo aver avuto match point a favore fa male, a sprazzi penso di aver giocato un buon tennis, ma in certe fasi dell’incontro ero poco incisivo soprattutto con il diritto. Ho lottato e purtroppo è andata male. Ora però c’è da pensare al doppio e agli altri due singolari”.

BARAZZUTTI-“In Davis può accadere di tutto ed oggi è stato proprio così. Il match di Fabio è girato a nostro favore, quello di Andreas no. Entrambi hanno giocato due veri match da Davis, con il cuore e per la squadra. Questo è un gran bel gruppo e lo spirito è quello giusto. Ora pensiamo al doppio di domani e ai due singolari di domenica con l’obiettivo di chiudere a nostro favore l’incontro“.

DOMANI ORE 05:00 ITALIANE- Si prosegue con il doppio che vede i padroni di casa Ben Mclachan/Yasutaka Uchiyama opposta a quella azzurra Simone Bolelli/Paolo Lorenzi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy