Lo strano caso di Bernard Tomic

Lo strano caso di Bernard Tomic

Il tennista ha rifiutato l’invito della Federazione australiana e non parteciperà così allo Slam di casa, l’Australian Open, cosa che invece potrebbe fare la sorella partendo dalle qualificazioni per una wild-card.

di Alessandro Rodella, @AleRodella

Bernard Tomic, giovane promessa del tennis aussie, ne ha combinata un’altra delle sue: il classe ’92 non ha ricevuto la wild-card dalla federazione per partecipare al tabellone principale dell’Australian Open e ha così rifiutato di accedere alle qualificazioni saltando lo slam di casa.

Una voce proveniente da alcuni tabloid parla che per occupare il tempo libero tra gennaio e febbraio Tomic sia in procinto per firmare per partecipare a un reality show ambientato nella giungla. Non possiamo ancora confermare la notizia, ma l’unica cosa ufficiale in questi giorni è l’assenza dell’ex beniamino di casa agli Australian Open, torneo che lo ha lanciato e che lo ha visto giungere fino al quarto turno nel 2012, 2015 e 2016.

Il cognome Tomic potrebbe però comparire nel tabellone del primo slam dell’anno: la sorella minore Sara, classe ’98, ha invece accettato l’invito della federazione e, nonostante la sconfitta nell’ultimo turno dei playoff contro Arina Rodionova, non ha perso le speranze di un ripescaggio per entrare nel torneo.

saratomic2

Sebbene Sara sia ancora molto giovane e di fatto non ha ancora avuto risultati degni di nota (occupa attualmente la posizione numero 463 del mondo) possiamo scommettere con certezza che farà di tutto anche nei prossimi anni per realizzare il sogno di partecipare nello slam di casa, cosa che invece il fratello Bernard rifiuta pur non avendo ormai una classifica che si rispetti (numero 140 ATP).

 

 

Dopo ben dieci edizioni l’Australian Open sarà senza Bernard Tomic, ma anche i suoi tifosi ormai non sono poi così disperati: a perderci sarà ancora una volta lui che giunto a 25 anni ha perso l’ennesima occasione per mettere a tacere le voci che lo etichettano come “bad boy” e provare finalmente a far brillare il suo talento, sempre più messo in dubbio da risultati che tardano ormai all’inverosimile.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Enzo Orlando - 4 mesi fa

    Che nullità di uomo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Silvia Barbara - 4 mesi fa

    Il tennis e l’Australia non ha bisogno di questi elementi…il reality nella giungla potrebbe andare bene per lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy