Benoît Paire infine si scusa: «Sono impulsivo, mi spiace per le cose che ho detto»

Benoît Paire infine si scusa: «Sono impulsivo, mi spiace per le cose che ho detto»

Il tennista francese, escluso dalla Federazione nazionale, fa marcia indietro: «Mi scuso con la Francia, i francesi e i miei sponsor per l’interpretazione che è stata fatta di alcune mie dichiarazioni».

Benoît Paire ci ripensa. Il tennista francese nato ad Avignone, 27 anni e n. 32 del mondo, si scusa per le dichiarazioni fatte dopo la sconfitta in singolare alle Olimpiadi di Rio con Fabio Fognini, che gli sono costate l’esclusione dal team da parte della Federazione tennis francese. 

«Ci tengo a dire che sono stato intervistato a caldo dopo la partita contro Fognini – ha detto il tennista francese -, sono una persona impulsiva e rimpiango questa uscita. Mi scuso con la Francia, i francesi e i miei sponsor per l’interpretazione che è stata fatta di alcune mie dichiarazioni. Io amo i giochi olimpici e sono fiero di aver rappresentato i colori della Francia.
Non ero nelle migliori condizioni psicologiche a causa di problemi organizzativi e di comunicazione dei quali non sono stato in alcun modo responsabile. D’altra parte non sono stato l’unico ad averli sottolineati in questi giorni». Parole molto diverse, da parte del francese, rispetto a quelle di qualche giorno fa, piuttosto ostili verso la Federazione.

Fonte: Livetennis.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy