Buone notizie per Del Potro: non sarà necessario l’intervento chirurgico

Buone notizie per Del Potro: non sarà necessario l’intervento chirurgico

Secondo il giornalista Sebastián Torok l’argentino potrebbe tornare a inizio 2019, già in Australia oppure a Delray Beach.

di Redazione Tennis Circus

Come un fulmine a ciel sereno ieri è arrivata la notizia della frattura alla rotula del ginocchio destro di Juan Martin Del Potro, avvenuta con l’infortunio nel match degli ottavi di finale del Master 1000 di Shanghai contro il croato Borna Coric, nel quale è stato costretto a ritirarsi dopo il primo set perso. L’argentino nel corso della sua lunga carriera ha dovuto superare diversi infortuni gravi e sottoporsi a interventi seguiti da lunghissimi recuperi: per questo molti hanno espresso molti dubbi sul ritorno di Juan Martin Del Potro, che a 30 anni è chiamato a fare fronte a una nuova, dolorosa sfida fuori dal campo.

Fortunatamente, l’infortunio sembra meno grave del previsto, come annuncia su Twitter Sebastián Torok, giornalista de La Nacion e biografo del colosso di Tandil:

“Una buona notizia nella situazione preoccupante di Del Potro: la lesione alla rotula non richiede intervento chirurgico: sarà effettuato un trattamento di conservazione. È difficile sapere quanto tempo richiederà la riabilitazione: Australia? Delray Beach? Vedremo…”.

Secondo il tweet il ritorno dell’argentino è dunque certo e previsto per l’inizio del 2019, o già per gli Australian Open, oppure subito dopo (l’Atp 250 di Delray Beach, in Florida, sul cemento, inizia a metà febbraio). L’infortunio dell’argentino rimane dunque grave, ma non pare così devastante da causare il suo addio al tennis.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Sonia Dipasquale - 4 settimane fa

    Dai Delpo ❤

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Sonia Dipasquale - 4 settimane fa

    Dai Delpo ❤

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Sonia Dipasquale - 4 settimane fa

    Dai Delpo ❤

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy