Cheong-Eui Kim, il tennista che gioca (quasi) sempre il dritto.

Cheong-Eui Kim, il tennista che gioca (quasi) sempre il dritto.

Il coreano, che occupa la 430° posizione del ranking mondiale ha una strana particolarità: gioca solo di dritto.

I fondamentali del tennis (a grandi linee) sono: servizio, dritto, rovescio e volèe. Come normale che sia ogni giocatore ha il suo punto forte ed il suo punto debole ma bene o male tutti i giocatori professionisti e amatori utilizzano nelle varie fasi di gioco tutti questi colpi…tutti tranne uno.
Il suo nome è Cheong-Eui Kim, è coreano, ha 27 anni, occupa la posizione numero 370 del ranking ATP e gioca (quasi sempre) solo dritti, con la mano destra e con la mano sinistra.
Veder giocare questo giocatore è tanto strano quanto istruttivo perché la velocità di esecuzione e di cambiamento di impugnatura è bassissima ed in effetti pare che questo tipo di tattica aiuti molto gli spostamenti laterali e la ricerca della pallina per i giocatori che non posseggono un rovescio solido e che hanno il “dono” di saper utilizzare entrambe le braccia.

Nel circuito professionistico ci sono altri casi “particolari” in merito all’uso delle braccia come per esempio Carlos Moyà, Ken Rosewall, Thomas Muster, Martina Navratilova o Kimiko Date Krumm.

23 commenti

23 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Jacopo Venturi - 4 mesi fa

    Mi hanno trovato Enrico Alieri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Andrea Brignacca - 4 mesi fa

    Edoardo Cecere tauro incredibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Antonio Paluccio - 4 mesi fa

    Mi ricorda qualcuno …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Marco Tomasello - 4 mesi fa

    Luca Potenza Danilo Vassallo Alessio Nicotra Matteo Motta Christian Proietti Scorzoni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Danilo Vassallo - 4 mesi fa

      Un grande

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Davide Armellini - 4 mesi fa

    Gaetano Idone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gaetano Idone - 4 mesi fa

      Gioca dritto sia con la destra che con la sinistra.. mai visto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Stefano Fierro - 4 mesi fa

    Andrea

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Andrea Fierro - 4 mesi fa

      Si visto… Il futuro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Stefano Fierro - 4 mesi fa

      Humm magari no perché secondo me è più difficile sviluppare un corretto ambidestro anche da bambino… Però è l evoluzione del rovescio a due mani

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Nicola Spera - 4 mesi fa

    Mai ? Nel video gioca il rovescio ! Tra l’altro meglio del dritto molto debole

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Michele Bandini - 4 mesi fa

    E infatti è il numero 430 del mondo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Alessandro Brillada - 4 mesi fa

    Alessio Bernardello come noi del resto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Stefano Berlincioni - 4 mesi fa

    E nel video gioca tre rovesci di fila, ottimo titolo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sergio D'Alema - 4 mesi fa

      Ma no! Cambia mano e gioca sempre di dritto! Osservate bene!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Michal Walkow - 4 mesi fa

      No Sergio… Alcune volte gioca il dritto mancino, ma altre gioca il rovescio vero e proprio…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Sergio D'Alema - 4 mesi fa

      Guarda bene, cambia mano anche nel servizio. La particolarità di questo giocatore è proprio questa: cambiando mano, gioca sempre di dritto. Lascia stare se un paio di volte gioca un dritto mancino a due mani, lui gioca con entrambe le mani!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Tennis Circus - 4 mesi fa

      Abbiamo interpretato anche noi il “rovescio” come un dritto a due mani a causa dello spostamento laterale, dell’impugnatura e dell’uscita dal colpo. Certo è che non è un dritto classico e che può essere interpretato come un rovescio dal video all’interno dell’articolo.
      Sempre nell’articolo è sottolineato come non giochi sempre un dritto pulitissimo.
      Comunque hanno senso entrambe le spiegazioni e forse il titolo è un po forzato.
      (Andrea Rossi, l’autore del pezzo)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Marlon Chiacchierini - 4 mesi fa

    Lorenzo Andreoli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lorenzo Andreoli - 4 mesi fa

      Ho visto una GIF ieri, è pazzesco

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Stefano Berlincioni - 4 mesi fa

      Lorenzo Andreoli “Una” GIF? Ti tolgo l’amicizia tra 3 2 1

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Lorenzo Andreoli - 4 mesi fa

      È la prima volta in vita mia che pecco di pressappochismo (donne escluse). Scuse e credits to Stefano Berlincioni. Caro Marlon, è lui l’artefice di TUTTO.
      T U T T O

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Lorenzo Andreoli - 4 mesi fa

      Non era una gif, era LA gif

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy