Coppa Davis 2017, Lorenzi: “Berlocq ha giocato meglio”. Barazzutti: “Nulla da rimproverare a Paolo”

Coppa Davis 2017, Lorenzi: “Berlocq ha giocato meglio”. Barazzutti: “Nulla da rimproverare a Paolo”

Lorenzi non cerca scuse: “Il mio avversario ieri è stato più lucido nei momenti decisivi”. Oggi alle 15 il match decisivo di Davis Cup tra Italia e Argentina, ferme sul 2 pari.

La sconfitta di Paolo Lorenzi, subita ieri contro Carlos Berlocq nel primo turno del World Group I contro l’Argentina, ha riportato il punteggio in parità: 2 a 2, con l’Italia che molto probabilmente sarà nelle mani di Fabio Fognini, opposto a Guido Pella al Parque Sarmiento di Buenos Aires.

“CONDIZIONI DIFFICILI” – Forte naturalmente l’amarezza del 35enne senese, che ha ceduto al lottatore sudamericano: “Le condizioni erano molto difficili. C’era molta pioggia e il vento era fortissimo. Però non cerco scuse – ha aggiunto -, la pioggia e il vento c’erano anche per il mio avversario. La partita è stata molto dura, la differenza l’ha fatta lui giocando meglio i punti importanti nel quinto e decisivo set”.

“FOGNINI? VEDREMO” – Anche capitan Corrado Barazzutti non nasconde il suo disappunto: “Un match stregato. E pensare che già ieri in doppio Fognini e Bolelli erano a un punto dalla qualificazione ai quarti… Come ieri in doppio è stata una partita rocambolesca, poteva finire in ogni modo. Purtroppo ci è andata male ma non posso rimproverare nulla a Paolo. Berlocq probabilmente ha giocato meglio nei momenti importanti, ma [Lorenzi] ha dato tutto quello che poteva. La Davis è questa, ed è difficile quando hai il pubblico contro. La nostra è una squadra solida, compatta, sapremo reagire. Niente è perduto, siamo 2 a 2 e possiamo vincere”. Ieri Barazzutti non ha confermato l’entrata in campo di Fabio Fognini nel match decisivo che sarà in onda su SuperTennis a partire dalle ore 15 italiane: “Lo saprete domani…“.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy