Dominic Thiem: “Ecco perché ho il rovescio a una mano”

Dominic Thiem: “Ecco perché ho il rovescio a una mano”

Dominic Thiem parla della sua attuale forma fisica e del suo rovescio a una mano che, a suo dire, lo aiuta sotto alcuni aspetti.

2 commenti

Senz’altro Dominic Thiem è una delle rivelazioni di questo inizio di stagione. Il trionfo a Buenos Aires e Acapulco lo hanno confermato, così come l’ultima partita contro Djokovic, poi persa, ma giocata alla grande

In un’intervista al portale tennis.com ha riconosciuto come a rendere possibile tutto ciò sia stata una off-season di “quasi 5 o 6 settimane“: “Allenamenti tosti senza infortuni o malanni. Mi sono allenato per cinque settimane di fila senza interruzioni, e penso che questo abbia rappresentato un’ottima preparazione per quest’anno. Cosa ho migliorato del mio gioco? Niente in maniera specifica, ma tutto. Il mio nuovo fisio Alex fa tante cose. Sono più flessibile, mi muovo meglio. In generale penso abbia alzato l’asticella. Sono stato molto costante. Ho iniziato con la semi a Brisbane, terzo turno in Australia, una stagione sudamericana ottima. Tutto molto costante.”

L’austriaco è inoltre uno dei pochi giocatori del circuito con il rovescio a una mano, colpo che lo “aiuta con lo slice”. “Mi aiuta a prendere le palle più difficili. E specialmente su terra e sui campi in cemento dove la palla rimbalza alta, lo spin è maggiore. E poi ci sono anche aspetti difficili; come quando devi rispondere a palle molto arrotate. Penso sia più facile col rovescio a due mani.”

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. I Love Tennis - 1 anno fa

    I <3 tennis news

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Enrico Carrossino - 1 anno fa

    In realtà il rovescio a una mano è meglio su erba, perché col rimbalzo basso è più comodo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy