Dominic Thiem: Il futuro del circuito

Dominic Thiem: Il futuro del circuito

Commenta per primo!

Non sono passati molti amni da quando un giovane ragazzo di nome Dominic Thiem, batteva Jurgen Melzer nel Torneo di casa prima di cedere lottando, al veterano Albert Montanes. Thiem tre anni fa aveva bisogno di wild card per giocare quel tipo di tornei, oggi invece, lo ritroviamo in semifinale al Roland Garros davanti al numero uno del mondo Novak Djokovic.  Di strada ne ha fatta e anche tanta, Dominic fino a 11 anni giocava il rovescio a due mani ma gli dissero subito che con quel colpo non avrebbe fatto molta strada e da lì cambiò a una mano, colpo che ad oggi non ha nulla da invidiare ai vari rovesci di Wawrinka o Gasquet per la soliditá del colpo. Il suo soprannome é Dominator, un modello sia mentalmente e fisicamente, una soliditá che abbinata alla potenza e alla costanza in campo, formano solide basi per un futuro da grande campione, non a caso l’austriaco ha giá guadagnato il rispetto dei migliori nel circuito e nel 2016 è secondo soltanto a Djokovic come partite giocate e vinte nel circuito Atp. Thiem la prossima settimana diventerá numero 7 del mondo ma intanto oggi ha una partita che sicuramente vorrá vincere e che potrebbe farlo arrivare ancora più lontano nel torneo e nelle classifiche, oggi gli appassionati di tennis, saranno tutti davanti lo schermo a vedere il futuro e il presente del tennis giocare il loro “Braccio di ferro” per approdare in finale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy