Federer e l’importanza del tempo

Federer e l’importanza del tempo

Diamo un’occhiata alle statistiche: Infosys Atp analizza come i top player gestiscono il tempo durante un match.

Quando si gioca il tempo può essere tuo alleato oppure un tuo nemico; quando stai perdendo, ad esempio, sembra precipitare inesorabile.

Si lavora sui dettagli, sulla tattica, ma anche una racchetta o semplicemente una tensione di corde può essere il fattore decisivo: qualsiasi scelta può essere determinante.

I professionisti lavorano anche su questo, sanno allungare il match quando son sotto attacco, e cercano di accelerare quando hanno il pallino del gioco dalla loro parte: è questo quanto emerge da un’analisi Atp che parte dalla stagione 2015 fino agli Australian Open di quest’anno.

TEMPO DEI SET

Primo dato analizzato è la durata dei set: Federer, probabilmente il giocatore più veloce nei  turni di servizio, ha una media di 36 minuti per vincere un set, e di 46 quando invece viene sconfitto.

 Set  Tempo medio Vittoria set  Tempo medio Sconfitta set  Differenza
 Roger Federer  36 mins  46 mins  +10 mins
 Novak Djokovic  42 mins  49 mins  +7 mins
 Andy Murray  44 mins  50 mins  +6 mins
 Tomas Berdych  41 mins  45 mins  +4 mins
 David Ferrer  43 mins  47 mins  +4 mins
 Jo-Wilfried Tsonga  41 mins  45 mins  +4 mins
 Richard Gasquet  40 mins  43 mins  +3 mins
 Rafael Nadal  46 mins  48 mins  +2 mins
 Kei Nishikori  42 mins  43 mins  +1 min
 Stan Wawrinka  42 mins  39 mins  -3 mins
 MEDIA  42 mins  46 mins  4 mins

Screenshot_20160229-071629-01

Salta all’occhio come a Rafa Nadal per vincere un set servano gli stessi minuti che impiega Federer per perderlo.

Stile di gioco e attuale forma del maiorchino son due dati che incidono; influisce anche il rituale di servizio del mancino di Manacor.

Djokovic e Murray son in scia dietro lo svizzero, mentre il suo connazionale Wawrinka è ultimo, con addirittura un bilancio negativo tra i due tempi: spesso il vincitore dell’ultimo Roland Garros va fuori giri lasciando campo libero al suo avversario.

La media dimostra di come i giocatori in media allunghino di 4 minuti circa i set che li vedono sconfitti, cercando di trovare la soluzione per ribaltare l’andamento a loro favore.

DURATA DEL MATCH

In questa particolare classifica, Federer dimostra di avere molta fretta nei match che vince, con 89minuti, ed è anche l’ultimo a deporre le armi, con 143 minuti.

 Match TEMPO MEDIA VITTORIA   TEMPO MEDIA SCONFITTA  MEDIA MATCH
 Novak Djokovic  112 mins  137 mins  113 mins
 Andy Murray  116 mins  131 mins  118 mins
 Roger Federer  89 mins  143 mins  96 mins
 Stan Wawrinka  114 mins  105 mins  112 mins
 Rafael Nadal  112 mins  133 mins  117 mins
 Kei Nishikori  104 mins  107 mins  105 mins
 Tomas Berdych  101 mins  116 mins  105 mins
 David Ferrer  107 mins  115 mins  109 mins
 Jo-Wilfried Tsonga  118 mins  123 mins  120 mins
 Richard Gasquet  105 mins  111 mins  107 mins
 Richard Gasquet  108 mins  122 mins  110 mins

150626023026-isner-mahut-scoreboard-super-169 (1)

Sarebbe interessante approfondire l’analisi, diversificando per livello avversario.

Se guardiamo i primi turni sopratutto negli Slam, i primi della classe impiegano davvero poco a chiudere le pratiche con giocatori nettamente meno forte di loro; da verificare invece la differenza quando si scontrano tra di loro.

Il tempo medio di un match (110 minuti) è di poco superiore al tempo medio di vittoria (108 minuti).

Come cantava Jovanotti qualche anno fa, “Puoi chiamarlo bastardo ma intanto è già andato”: il tempo non è una forza tangibile, ma svolge un ruolo fondamentale quando si è in difficoltà, non resta che cercare di gestirlo nel miglior modo possibile o cercare di misurarlo” Con i tuoi orologi di ogni marca e modello, ma tanto il tempo resta sempre lui quello”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy