I complimenti di Mary Pierce a Federer, Nadal e Serena Williams

I complimenti di Mary Pierce a Federer, Nadal e Serena Williams

L’ex vincitrice del torneo di doppio di WImbledon Mary Pierce ha definito Serena Williams una tennista migliore di Serena Williams in una recente intervista

di Jonathan Zucchetti, @J_Zucchetti

La posizione di Roger Federer come miglior tennista nel circuito maschile è decisamente sicura, dati i suoi 20 slam vinti e la sua capacità di tornare in vetta alla classifica mondiale alla veneranda età di 37 anni.
Serena Williams, però, si è dimostrata ancora più dominante: 23 titoli slam vinti oltre che il monopolio assoluto del circuito femminile nell’ultima decade.
Proprio per questo motivo Mary Pierce ha affermato che lei sarà ricordata come la migliore tennista di sempre, in un dibattito iniziato proprio da Federer in cui anch’egli aveva sostenuto quest’idea riguardo l’americana.

“Se si guarda al numero di slam vinti, Serena ne ha conquistati di più”, ha detto la Pierce a ESPN. “E’ incredibile come abbia raggiunto quota 23, e Federer ne ha 20, strabiliante. Per questo concordo con Roger, anche se penso che quello che lui faccia in campo non sia possibile da insegnare”.
Federer aveva recente dichiarato che: “La carriera di Serena è stata stupenda da guardare. E’ cresciuta in maniera totalmente diversa da me: io ho avuto, in Svizzera, la Federazione al mio fianco, mentre lei c’è riuscita con suo padre e sua sorella. E’ una storia incredibile già così, ma è riuscita anche a diventare una delle migliori se non la migliore di sempre.

Inoltre, Pierce ha discusso del Roland Garros, che inizia la prossima settimana, indicando, come molti, Rafael Nadal come probabile vincitore, il che lo porterebbe a conquistare l’undicesima corona parigina. “E’ davvero difficile giocarci contro. E’ superbo sulla terra e recentemente ha giocato davvero bene”.

Roger-Federer-Rafael-NAdal-Serena-Williams-1356340
“Quando arriva a Parigi, qualcosa nella sua mente scatta e il suo gioco diventa incredibile. E’ uno slam molto impegnativo, la palla rallenta molto e bisogna giocare punti molto più lunghi. Bisogna essere pazienti e forti fisicamente. Gambe preparate e anche la resistenza non deve mancare per poter resiste a punti e partite molto lunghe. Bisogna essere pronti anche mentalmente ed emotivamente per superare gli ostacoli, soprattutto verso la fine del torneo”.

Fonte: express.co.uk

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Miranda Di Giacomo - 3 mesi fa

    Inimitabili

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy