“I disturbi cardiaci di Maria non erano trascurabili”

“I disturbi cardiaci di Maria non erano trascurabili”

Lo rivela l’ avvocato della russa, John Haggerty, che conferma le responsabilità della sua assistita, concedendogli un’ attenuante.

Commenta per primo!

Nuovi particolari emergono, ogni giorno, sul caso Sharapova, a riportarli questavolta è il quotidiano “The Guardian”, attraverso le parole dell’ avvocato difensore della siberiana, John Aggerty.

Il giornale britannico pubblica alcune dichiarazioni, che sostengono la totale e unica responsabilità di Maria Sharapova, senza cercare scusanti, e senza addossare la responsabilità a terze persone dello staff della giocatrice.

Haggerty sostiene inoltre che i presunti problemi cardiaci, siano dei reali problemi, che accompagnano Maria fin dall’ adolescenza, alla quale, dopo svariati controlli, sono stati prescritti diversi farmaci, fra i quali il “famigerato ” Meldonium. L’ unica colpa della Sharapova, secondo l’ avvocato, resterebbe quindi quella di aver trascurato la lista dei prodotti vietati.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy