Il coach di Robin Haase è stato arrestato con l’accusa di omicidio

Il coach di Robin Haase è stato arrestato con l’accusa di omicidio

Mark de Jong, da anni allenatore del tennista olandese, è stato arrestato stamattina all’areoporto di Amsterdam con l’accusa di aver ucciso un imprenditore. Haase: “Una notizia tragica”.

Questa mattina l’allenatore di Robin Haase, l’olandese Mark de Jong, è stato arrestato all’areoporto di Amsterdam con l’accusa di aver ucciso l’imprenditore Koen Everink. A dare la notizia è il sito olandese nos.nl.

Anche se le autorità non hanno fornito dettagli, è probabile che de Jong fosse stato arrestato durante il volo di ritorno di Robin Haase e il suo team dagli Stati Uniti, visto che l’attuale n. 59 del mondo ha deciso di dare forfait al Master 1000 di Miami a causa di un problema al ginocchio. Al suo posto è entrato nel tabellone il 32enne brasiliano Rogerio Dutra Silva, impegnato contro il russo Andrey Kuznetsov.

L’omicidio dell’imprenditore, 42 anni, risale a tre settimane fa, nella sua abitazione nella cittadina di Bilthoven, vicino Utrecht, con una serie di coltellate alla vita.

Robin Haase ha dichiarato di conoscere molto bene la vittima. “E’ una notizia terribile”, ha commentato, “Ho visto Everink l’ultima volta a gennaio durante  l’Australian Open e non riesco ad immaginare abbia fatto questa tragica fine. Anche allora mi parlava tantissimo dei suoi progetti, aveva mille sogni che voleva realizzare…”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy