Ilie Nastase squalificato dall’ITF fino al 2020

Ilie Nastase squalificato dall’ITF fino al 2020

L’ex n. 1 del mondo ed ex capitano della squadra rumena di Fed Cup ha pagato caro il suo cattivo comportamento durante la sfida contro la Gran Bretagna, dove aveva insultato pensantemente Johanna Konta e la capitana britannica Anne Keothavong.

La commissione giudicante dell’ITF (International Tennis Federation) ha emesso il suo verdetto contro Ilie Nastase, ex n. 1 del mondo e vincitore di Wimbledon e degli Us Open nel 1972 e 73. Il campione rumeno è stato ritenuto colpevole di aver violato diversi articoli del regolamento della Fed Cup durante la sfida fra Romania e Gran Bretagna disputata a Costanza lo scorso aprile. Per questo l’ex capitano della squadra rumena di Fed Cup non potrà più ricoprire incarichi ufficiali nelle competizioni a squadre ITF al 31 dicembre 2020, né potrà partecipare come spettatore in alcuna di queste competizioni fino al 31 dicembre 2018.

L’EPISODIO – Tutto è accaduto durante la sfida dei play-off di Federation Cup fra Romania e Gran Bretagna. Dopo una palla contestata durante il secondo singolare fra Sorana Cirstea e Johanna Konta, infatti, Nastase ha completamente perso la testa: prima ha insultato pesantemente la giocatrice e semifinalista a Wimbledon 2017 Johanna Konta e il capitano della squadra britannica Anne Keothavong, chiamandole “fucking bitch” (il suo comportamento ha portato la Konta alle lacrime). Poi ha aggredito verbalmente un membro della stampa accreditata e gli ufficiali di gara che sono stati costretti a portarlo via quasi a forza negli spogliatoi, mentre la rumena Monica Niculescu ha preso il suo posto in panchina. Alla fine il match è stato vinto dalla Konta per 6-2 6-3. Nel rapporto dell’ITF si legge che il giocatore è stato punito anche per i suoi commenti razzisti che pochi giorni prima aveva fatto sulla gravidanza di Serena Williams, che aspetta un bambino dal fidanzato Alexis Ohanian. “Chissà di che colore sarà. Tipo cioccolato con il latte?”, aveva commentato proprio durante la presentazione della sfida fra Romania e Gran Bretagna a Costanza. Sempre nello stesso giorno, Ilie avrebbe chiesto alla Keothavong il suo numero di stanza d’albergo, cingendola per i fianchi e aggiungendo: “Continuiamo ad essere attratti a vicenda”. Nastase e la Federazione romena hanno 21 giorni per proporre l’appello contro questa decisione davanti ad un tribunale indipendente.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Sonia Venturini - 2 mesi fa

    Troppo poco, dovrebbero insegnare il FairPlay. Che brutto elemento. Mandate via la gente di questo calibro. Anche se hanno vinto degli slam……

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy