Isner cambia allenatore – intanto si dedica al Wrestling

Isner cambia allenatore – intanto si dedica al Wrestling

Nell’attesa di sapere quale sarà il nuovo allenatore, Isner paragona, in un articolo, le stelle dell’ATP ad alcuni famosi wrestlers.

di Gianmaria Sisca

“Purtroppo sto avendo un periodo molto difficile nella mia vita personale e quindi devo dare priorità a mio figlio e devo concentrarmi sui miei impegni con l’ATP e Tennis Channel – ha detto Gimelstob attraverso un comunicato – Sarò sempre grato per aver avuto l’opportunità di allenare un giocatore così bravo, ma cosa più importante una brava persona.”

Con queste dichiarazioni viene annunciata la fine del sodalizio Isner – Gimelstob, e l’inizio di un nuovo; magari con Mardy Fish. In questa settimana a Houston, infatti, proprio Fish sta seguendo gli allenamenti del gigante americano.

Augurando per il tennis il massimo da questo nuovo cambiamento, si può assistere ai ludici e lucidi divertissement di Isner, che si è divertito a paragonare – in un articolo sul The Players Tribune – alcune stelle dell’ ATP ai rispettivi atleti di Wrestling, disciplina tanto amata da Isner fin dall’infanzia.

Roger Federer è Shawn Michaels – “La carriera di Shawn può essere divisa in due parti. Nella prima, c’era questo giovane ragazzo pieno di arroganza, il ragazzo più talentuoso – forse il talento più perfetto che il wrestling abbia mai visto. E con questo talento, ha vinto campionati dopo campionati. Ma la seconda epoca di Shawn, arrivata tardi nella sua carriera, è stata impressionante ugualmente: è maturato, è stato al top o vicino al top e ha giocato partite memorabili come non mai. E la carriera di Roger ha seguito una linea simile e allo stesso modo straordinaria. E’ il migliore di sempre. Ma ha avuto anche un secondo percorso, un primo percorso esteso, strabiliante. Ancora un giocatore d’elite, che se la gioca per – e anche vincendo – Slam dopo i 30… è incredibile.”

Novak Djokovic è Bret Hart – “L’eccellenza di esecuzione – l’efficienza, la fiducia, la sicurezza di ogni movimento o colpo. Cerchi una debolezza tecnica? Non ne troverai una. I fans occasionali forse giudicano questo stile ‘noioso’, ma quelli veri lo sanno: questi ragazzi vanno a lavorare. Si mettono le scarpe e portano a termine il lavoro. Se per te non è entusiasmante, significa che non presti attenzione.”

Rafael Nadal è Ultimate Warrior: “Quell’intensità ed energia. Entrambi hanno vinto titoli e hanno fatto riempire gli stadi. Ma soprattutto, è quell’energia. Non ci sarà mai un altro guerriero, non ci sarà mai un altro Rafa.”

Andy Roddick e John Cena; Gael Monfils e Neville; Andy Murray e Bulldog; Nick Kyrgios e Stone Cold Steve Austin; David Ferrer e Daniel Bryan; Jimmy Connors e Triple H.

E Isner? L’americano si paragona niente meno che a … The Undertaker!

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Sergio Di Russo - 2 anni fa

    Silvio Di Russo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy