Kiki Bertens: “Campo scivoloso, troppo vento: difficile muoversi. Io favorita a Parigi? Può darsi”

Kiki Bertens: “Campo scivoloso, troppo vento: difficile muoversi. Io favorita a Parigi? Può darsi”

Kiki Bertens, dopo la vittoria nel Premier Mandatory di Madrid, si ferma in semifinale agli Internazionali BNL d’Italia, battuta da Johanna Konta: “Sono un po’ stanca. Ora due giorni di riposo e si vola in Francia”.

di Michele Alinovi

Finisce qui il sogno dell’olandese Kiki Bertens. La 27enne di Wateringen, che ora virtualmente è n. 3 delle classifiche Wta, ha perso nella prima semifinale femminile degli Internazionali BNL d’Italia al termine di una durissima battaglia contro la rediviva britannica Johanna Konta, con il punteggio di 7-5 5-7 2-6. Il successo a Madrid e la semifinale raggiunta qui al Foro la rendono una delle candidate più probabili alla vittoria del Roland Garros.

“È stato un match molto tirato, ho avuto tante opportunità. Purtroppo, a causa del vento, le condizioni di gioco non erano ottimali, non era facile giocare. Il campo poi era scivoloso, non era facile muoversi. Ho fatto del mio meglio, ma oggi è non è andata. Non sono riuscita a stare calma, a giocare i miei punti”.

“Un po’ ero stanca, è vero. Ho avuto un giorno di riposo, ma non è stato sufficiente. Ho bisogno di tempo per recuperare al meglio. Quello che so è che sono state due settimane incredibili: vittoria a Madrid e poi semifinali qui a Roma. Devo essere felice”.

“Non mi ha sorpreso il gioco della Konta: è una tennista straordinaria, è stata top-10, è sempre difficile giocare con lei. Oggi ha giocato in modo molto intelligente, con tanti dropshot. Io ho dato tutto, ho provato a dare il massimo e spingere, ma non è bastato”.

“Se posso essere ritenuta una tra le favorite per il Roland Garros? Non so davvero. Ora mi prenderò due giorni di riposo e poi andrò a Parigi. Credo che possa succedere di tutto: se gioco bene posso andare molto lontano”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy