LA ZANZARA – Andy Murray e la cameriera molesta

LA ZANZARA – Andy Murray e la cameriera molesta

I peggiori nemici dei Vip, si sa, sono gli stalker. Andy Murray non è da meno: pare ci sia una cameriera intraprendente che lo segue dappertutto per intrufolarsi nella sua camera d’hotel…

Sono passati quasi cinquant’anni da quando i Beatles si dichiaravano più famosi di Gesù (Gesù!) e le groupie impazzite e cerebrolese pagavano fior di sterline gli hotel di lusso per portare a casa brandelli di lenzuola dove Lennon e soci avevano posato le loro stanche membra dopo i concerti. La venerazione per Andy Murray, detto “Muzza” per gli amici, non è certo paragonabile a quella della mitica band di Liverpool, eppure esiste gente che per lui farebbe – e ha fatto – vere pazzie.

La rivelazione ha luogo due giorni fa nel programma Up Close and Personal, rubrica di approfondimento nata sui canali social dell’IPTL League. Uno spazio dove – lo si evince dal nome – gli intervistati si trovano a parlare spesso di aspetti della propria vita privata e dei propri interessi al di là della carriera sportiva. In linea con lo spirito del programma, Andyno si è messo a raccontare, tra il serio e il faceto, alcuni aneddoti e curiosità intorno alla propria vita privata. In particolare, ha parlato di una cameriera stalker dagli evidenti problemi psichici che lo avrebbe seguito in varie città europee.

“Una mattina, verso le sette – ha raccontato lo scozzese – si è intrufolata nella mia camera d’hotel nonostante avessi messo il cartello Do not disturb. Stavo dormicchiando, e quando aprii gli occhi me la vidi sul letto, accanto a me, che mi accarezzava il braccio! Vi assicuro che è tutto vero, anche se può sembrare incredibile!”. Il n. 2 del mondo non ha raccontato com’è andata a finire. Fonti di dubbia provenienza affermano che ha gridato aiuto a mamma Judy. La quale però era assente, probabilmente impegnata a guardare nel buco della serratura della camera a fianco, appartenuta ad un certo Deliciano

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy