L’aggressore di Petra Kvitova rischia 12 anni di carcere

L’aggressore di Petra Kvitova rischia 12 anni di carcere

Petra Kvitova ha di certo superato il danno subito mentre era tranquillamente a casa sua, ma per l’aggressore ora potrebbero esserci guai seri.

di Jonathan Zucchetti, @J_Zucchetti

Quasi due anni dopo la ferita al polso sinistro mentre era a casa sua, Petra Kvitova ricorda appena quei momenti che hanno messo a serio rischio la sua permanenza nel circuito WTA.
Chi ancora oggi ci pensa è, però, l’aggressore, quell’uomo che si è fatto passare per controllore della caldaia e che oggi rischia tra i 5 e i 12 anni di carcere. Questo è quello che ha comunicato l’agenzia AFP, perciò non si hanno ancora notizie certe sulla pena.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Andrea Varriano - 2 settimane fa

    Mi sembra il minimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marinella Toni - 2 settimane fa

    Solo 12 anni pensavo che all’,estero fossero più severi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Roberto Bachilli - 2 settimane fa

    Rischia?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Fabrizio Bassani - 2 settimane fa

    Troppo poco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gino Bacci - 2 settimane fa

      Buttare la chiave, altrochè

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy