Macché Zika, ecco perché Raonic salta le Olimpiadi

Macché Zika, ecco perché Raonic salta le Olimpiadi

A rivelarlo è lo stesso tennista canadese in un’intervista a Sportsnet.ca, non menzionando il temuto virus Zika tra le cause che l’hanno costretto al forfait alle prossime Olimpiadi di Rio

A pensar male si fa peccato ma spesso ci si indovina. Ecco quanto staranno pensando ora Soares, Mahut e Tecau, di certo non comprensivi verso i tantissimi ritiri dalle Olimpiadi che si sono susseguiti negli ultimi giorni. Uno dei più clamorosi è stato quello di Milos Raonic, neo finalista di Wimbledon, che inizialmente aveva additato il virus Zika come motivo principale del suo forfait. Nelle ultime ore, però, sembra essere cambiata questa versione, come dimostrano le sue parole per il portale Sportsnet.ca.

“La decisione migliore per me è concentrarmi su Toronto e Cincinnati come tappe di avvicinamento a New York, dove voglio togliermi delle soddisfazioni. Sono vicino alla vittoria in uno Slam, e mi sto avvicinando in ogni torneo. Si tratta di mettere insieme tutti i pezzi del puzzle. Non è stato facile prendere questa decisione, fatico ancora ad accettarla perchè volevo essere lì – a Rio, ndr – Peserà ancor di più durante e dopo i Giochi, ma c’è da dire che non ho mai fatto bene giocando 3 tornei di fila. Ho sempre cercato di disputarne 2, mai tre. E per andare a Rio ci sono almeno 12 ore di aereo. C’è anche da considerare che le olimpiadi sono psicologicamente faticose perché non c’è solo il tennis ma anche tutto il resto”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy