Marcelo Arévalo entra nella storia

Marcelo Arévalo entra nella storia

Il ventiseienne salvadoregno è diventato il primo tennista del suo Paese a vincere un titolo ATP.

Commenta per primo!
Marcelo Arévalo è diventato a 26 anni il primo giocatore salvadoregno a vincere un torneo ATP, battendo nella finale del Challenger di Bogota, con il punteggio di 7-5, 6-4 il giocatore di casa, Daniel Elahi Galan e, prima di lui, Nicolás Jarry, Gerald Melzer e Victor Estrella Burgos. “E’ una sensazione incredibile. Sono molto felice”, ha dichiarato Marcelo. “Ho passato anni inseguendo questo momento. Dopo la partita ho pianto e ho chiamato i miei genitori, il maggiore sostegno della mia vita”.
vittoria storica per Marcelo Arévalo

“Ho sempre creduto in me, nonostante quest’anno i risultati non siano stati, proprio, incoraggianti. Ho vinto pochi match e sono uscito dalla top 300. Ma ho ritrovato la fiducia e la speranza di continuare a vincere le partite e finire la stagione nel modo migliore”.  La vittoria è arrivata in modo rocambolesco non tanto per come maturata un campo ma quanto perché la scelta di Marcelo di giocare questo torneo è stata dettata dell’uragano Irma, colpevole tra le altre cose di avere rivoluzionato il traffico aereo.

Con la vittoria di Bogotà, Arévalo, ventisette anni il prossimo 17 ottobre, migliora considerevolmente la sua classifica divenendo n. 219 del mondo. Ancora, comunque, lontano dal suo best ranking di  n° 176 raggiunto alla fine dello scorso anno dopo avere giocato due finali: una al challenger di San Luis Potosi, in Messico,  l’altra a Granby, in Canada.

“Persi entrambe le finali”, ricorda Marcelo. “Ero troppo teso. Sentivo la pressione della prima vittoria in un torneo, sia per me che per il mio paese. Questa volta ho pensato in fondo è una partita come un’altra”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy