Marian Vajda: “Io e Djokovic siamo per l’uguaglianza tra uomini e donne”

Marian Vajda: “Io e Djokovic siamo per l’uguaglianza tra uomini e donne”

Anche Marian Vajda torna sull’argomento del sessismo nel tennis, sostenendo l’uguaglianza tra uomini e donne e difendendo Novak Djokovic, che dopo Indian Wells aveva affermato il contrario, ovvero che le tenniste dovrebbero guadagnare meno dei loro colleghi.

Dopo le polemiche nate nel mondo del tennis per le dichiarazioni di Raymond Moore, colpevole di aver affermato che le tenniste dovrebbero inginocchiarsi e ringraziare Federer e Nadal, è tornato sull’argomento anche Marian Vajda, storico coach di Novak Djokovic. E proprio Nole si è trovato coinvolto in questo dibattito, dopo aver ammesso alla stampa che secondo lui “le donne dovrebbero guadagnare meno di noi uomini nel tennis”, per poi fare marcia indietro e scusarsi.

Anche Vajda, come tanti altri, ha sostenuto l’importanza dell’uguaglianza tra i due sessi, parlando anche proprio delle dichiarazioni del suo giocatore: “Novak non la pensa così, siamo per l’uguaglianza. Non voglio discriminare. Anche le donne hanno molta popolarità. Ad Indian Wells sono venuti 16 mila tifosi per loro, sono celebrità, hanno la loro associazione. Il livello delle donne è proporzionalmente inferiore ai premi in denaro rispetto agli uomini.” E ancora: “Complimenti a loro per stare a questo livello. Non si tratta solo dei materiali, ma sono anche migliorate loro. Il tennis femminile è attraente, e non lo dico solo perché le mie due figlie giocano a tennis.”

Ben altri toni, invece, sulle affermazioni di Moore: “Sono dichiarazioni del tutto indegne nei confronti delle donne.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy