Mats Wilander: “Juan Martin Del Potro è tatticamente inferiore ai più forti”

Mats Wilander: “Juan Martin Del Potro è tatticamente inferiore ai più forti”

Mats Wilander opinionista di Eurosport critica il gioco di Juan Martin Del Potro e parla delle condizioni fisiche di Rafa Nadal

di Alex Bisi, @AlexBillyBisi

Mats Wilander ha criticato le scelte tattiche adottate da Juan Martin Del Potro durante la recente finale degli UsOpen vinta da Novak Djokovic in tre set.

Palito e Nole durante la premiazione

“Il secondo set era fondamentale per Del Potro, nel primo avrebbe potuto iniziare meglio ma Djokovic mi è sembrato più preparato tatticamente. Il gioco dell’argentino si basa sull’attesa di poter colpire di diritto, molto dipende dalla sua prima di servizio, penso sarebbe dovuto scendere a rete più spesso. Novak è abituato a rispondere al suo servizio, è un giocatore più completo e alla lunga vincerà sempre questa sfida. Invecchiando diventi tatticamente più accorto, capisci quando devi andar a rete a prender il punto e Djokovic l’ha fatto.”

Secondo Wilander tatticamente l’argentino è inferiore ai big della classe.

“Il suo gioco non è efficace contro i tennisti più forti e lo ha dimostrato ancora una volta. Non è un discorso di mentalità, quella non gli manca ma tatticamente non riesce a sorprendere gli avversari incentrando il suo gioco solo su un colpo.”

Il conduttore di “Game Schetts e Mats”  ha parlato anche di Rafael Nadal che proprio in semifinale ha dovuto cedere il passo all’argentino ritirandosi per un infortunio.

nadal-del-potro[1]

“Ha pagato i turni precedenti, il durissimo match con Kachanov, il set ceduto a Basilashvili e infine la maratona durissima contro Thiem. Nonostante i  due giorni di riposo, il suo fisico non poteva recuperare un match finito oltre le 2 di notte. Il primo giorno di riposo è ininfluente perché non puoi dormire dalle 6 di mattina alle 3 del pomeriggio. Le sue ginocchia hanno pagato questi sforzi e si è visto dall’inizio della semifinale che era in difficoltà. Non lo scopriamo ora che i campi in cemento non giovano alle articolazioni e uno giocatore come Rafa Nadal, con quel tipo di gioco paga ancora di più lunghi sforzi su questi tipi di superficie.”

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fernando Valeri - 2 settimane fa

    Mai piaciuto Delpo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Fernando Valeri - 2 settimane fa

    Mai piaciuto Delpo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Rosario Occhipinti - 2 settimane fa

    Semplicemente Nole ha fatto la sua partita più bella degli ultimi 3 anni… Ne più ne meno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Michal Walkow - 2 settimane fa

      Non credo proprio.
      Era molto nervoso per lunghi tratti della partita. Ha giocato bene, ma per trovare una sua partita migliore basta andare alla semifinale di Wimbledon contro Nadal.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Rosario Occhipinti - 2 settimane fa

      Beh la metto alla pari di quella… Anche perché credo sia stata un po’ condizionata dall interruzione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Rosario Occhipinti - 2 settimane fa

    Semplicemente Nole ha fatto la sua partita più bella degli ultimi 3 anni… Ne più ne meno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Michal Walkow - 2 settimane fa

      Non credo proprio.
      Era molto nervoso per lunghi tratti della partita. Ha giocato bene, ma per trovare una sua partita migliore basta andare alla semifinale di Wimbledon contro Nadal.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Rosario Occhipinti - 2 settimane fa

      Beh la metto alla pari di quella… Anche perché credo sia stata un po’ condizionata dall interruzione

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy