Muguruza: «Che onore giocare con Nadal… Se perdiamo so che sarà colpa mia!»

Muguruza: «Che onore giocare con Nadal… Se perdiamo so che sarà colpa mia!»

Giocare insieme a Rafael Nadal è senza dubbio un privilegio, che però comporta una certa tensione. Lo sanno bene Marc Lopez e Garbine Muguruza, che si augurano di essere all’altezza del 14 volte vincitore Slam.

La tennista spagnola Garbine Muguruza, n. 4 al mondo e vincitrice del Roland Garros 2016, probabilmente non ha ancora digerito la cocente sconfitta rimediata in singolare contro la portoricana Monica Puig. Per la 21enne di Caracas, però, c’è ancora speranza di regalare una medaglia a sé stessa e al suo Paese. Oggi infatti giocherà i quarti di finale in doppio, insieme alla connazionale Carla Suarez Navarro, contro le ostiche russe Ekaterina Makarova e Elena Vesnina. Domani invece sarà la volta dell’esordio in doppio misto, insieme a Rafael Nadal, contro i cechi Stepanek/Hradecka.

«UNA PERSONA SPECIALE» – Per Garbine Muguruza giocare insieme al maiorchino, vincitore di 14 prove Slam e un oro olimpico in singolare a Pechino 2008, è un vero privilegio, e insieme un ruolo che comporta una certa pressione. «Rafa è uno dei migliori giocatori della storia – ha detto Garbine -; è una persona davvero speciale. Quando mi parlerà terrò sempre le orecchie ben aperte». La spagnola si augura di essere all’altezza del suo illustre compagno e chiude con una battuta: «Se vinciamo sarà grazie a Rafa, se perdiamo sarà per colpa mia!».

LOPEZ: «IL MIGLIOR COMPAGNO POSSIBILE» – D’altronde, il peso di Garbine è condiviso anche da Marc Lopez, impegnato in semifinale di doppio insieme a Rafael Nadal, contro i canadesi Daniel Nestor e Vasek Pospisil: «Ho il miglior compagno possibile, so che devo approfittarne. Lui è bravo, questo lo so, infatti quando si gioca assieme a lui normalmente quello che gioca peggio è il compagno di Rafa».

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy